L’ingresso è libero ma si inizieranno a raccogliere le offerte per le famiglie colpite dal sisma del 24 novembre. Sarà possibile fare le proprie donazioni sino il 28 febbraio

Venerdì 14 gennaio in scena la commedia dialettale “PER SCHERSPER

13/01/2005 in Manifestazioni
Di Luca Delpozzo

Borel­li: “Il dis­as­tro del Sud-Est asi­ati­co non ci deve far dimen­ti­carechi anco­ra oggi si tro­va in dif­fi­coltà dopo il terremoto”L’Azienda Ospedaliera, in col­lab­o­razione con la Com­pag­nia Teatrale “Il risveg­lio” di Vobarno, ha orga­niz­za­to per ven­erdì 14 gen­naio alle ore 20.30 pres­so l’aula magna dell’Ospedale Mon­te­croce di Desen­zano, la rap­p­re­sen­tazione di una com­me­dia dialet­tale bril­lante in tre atti dal tito­lo “Per sch­ers e per amur” di Fos­co­lo Staf­foni e Gui­do Bertelli”.DURANTE LA RAPPRESENTAZIONE,SARANNO RACCOLTE DELLE OFFERTEA FAVORE DEI COMUNI COLPITIDAL TERREMOTO DEL 24 NOVEMBRE SCORSO.“In pri­mo luo­go – ha dichiara­to il Diret­tore Gen­erale Mau­ro Borel­li – desidero ringraziare la Com­pag­nia Teatrale “Il Risveglio”di Vobarno che, anche quest’anno, porterà all’intermo dell’Ospedale di Desen­zano una diver­tente com­me­dia in dialet­to bres­ciano a cui tut­ti, degen­ti ed i loro famigliari nonché i dipen­den­ti o sem­pli­ci cit­ta­di­ni potran­no inter­venire. Infat­ti, come è già accadu­to l’anno scor­so, l’ingresso sarà libero ma, come pro­pos­to dal­la stes­sa Com­pag­nia, inizier­e­mo a rac­cogliere delle offerte, che mi auguro gen­erose, a favore delle famiglie rimaste col­pite dal ter­re­mo­to del 24 novem­bre scor­so e che con­seg­ner­e­mo alle due Comu­nità Mon­tane (Valle Sab­bia e Alto Gar­da) per far arrivare un pic­co­lo aiu­to a chi ne ha più bisogno”.Inoltre, oltre alle offerte che saran­no rac­colte ven­erdì sera, l’Azienda Ospedaliera, tramite i tre pre­si­di ospedalieri, l’URP (Uffi­cio Relazioni col Pub­bli­co) e l’Ufficio Stam­pa Azien­dale con il Notiziario Azien­dale NEWS, pros­eguiran­no nel­la rac­col­ta delle don­azioni sino al 28 feb­braio 2004. Infat­ti, sarà pos­si­bile effet­tuare le oblazioni intro­ducen­do la pro­pria offer­ta in un’apposita cas­set­ti­na (ce ne sarà una nei tre ospedali per acu­ti di Desen­zano, Gavar­do e Maner­bio) ubi­cate all’interno dei tre noso­co­mi. Infine, sono allo stu­dio altre inizia­tive per rac­cogliere fon­di che saran­no poi con­seg­nati agli uffi­ci pre­posti per una dis­tribuzione delle offerte.