Sopra l'ex Faccetta Nera verranno ricavati sette alloggi per anziani indigenti

Via libera per la Fondazione Formenti

05/08/2000 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo

Via lib­era alla ristrut­turazione del­la casa d’an­go­lo tra via Flori­da e via Gaz­zo­let­ti, l’ed­i­fi­cio, per inten­der­ci, del­l’ex ris­torante «Fac­cetta Nera». Pro­pri­età del­la Fon­dazione «con­tes­sa Luci­na For­men­ti Armani», per anni gesti­to dal­l’E­ca che introita­va gli affit­ti, lo sta­bile è des­ti­na­to per statu­to — cadu­to l’o­rig­i­nale e ormai impro­poni­bile vin­co­lo di des­tinare le ren­dite alle famiglie di sol­dati mor­ti in guer­ra — ad allog­gia­re anziani auto­suf­fi­ci­en­ti ma in con­dizioni di bisog­no. Questo, ovvi­a­mente, dopo un oppor­tuno restauro.La Fon­dazione, per portare avan­ti questi fini statu­tari, già detene­va la disponi­bil­ità di un con­gruo con­trib­u­to del­la legge provin­ciale 16 e di un prog­et­to speci­fi­co per ricavare nel­la casa 7 minial­log­gi. Le man­ca­vano, però, l’ap­pa­ra­to ammin­is­tra­ti­vo e un tec­ni­co in gra­do di gestire l’op­er­azione. Da qualche giorno non più: il sin­da­co Mal­ossi­ni ha fir­ma­to una con­ven­zione con la Fon­dazione, met­ten­do a dis­po­sizione l’ingeg­nere capo del Comune e altri stru­men­ti amministrativi.Ora, dunque, si potrà pas­sare all’ap­pal­to dei lavori: ad oper­azione con­clusa, la palazz­i­na farà feli­ci alcu­ni ultra­ses­santac­inquen­ni, che potran­no (in base a speci­fiche grad­u­a­to­rie) far ritorno nel cen­tro stori­co, a due pas­si da tut­ti quei servizi, sociali e com­mer­ciali, che ad una cer­ta età è molto impor­tante avere nelle vic­i­nanze.