Lunedì riunione a Verona per valutare i provvedimenti a garanzia della sicurezza

Viabilità, interviene il prefetto

Di Luca Delpozzo
Giuditta Bolognesi

Il prob­le­ma del­la sicurez­za sulle strade sarà argo­men­to dell’incontro con­vo­ca­to dal prefet­to di Verona Italia For­tu­nati lunedì alle 10. E il 20 giug­no anche la Provin­cia affron­terà il tema, riunen­do la terza com­mis­sione lavori pub­bli­ci, come richiesto dal con­sigliere di oppo­sizione Vin­cen­zo D’Arienzo.«Mi sono incon­tra­to con il prefet­to mart­edì», dice il sin­da­co di Castel­n­uo­vo, Mau­r­izio Bernar­di, «un col­lo­quio chiesto con urgen­za dopo l’incidente di giovedì scor­so che, ripeto, è sta­to una trage­dia annun­ci­a­ta. Sono lieto che il prefet­to abbia accolto la mia istan­za». Incon­tro sol­lecita­to anche dal pres­i­dente del­la , Aventi­no Frau.In atte­sa di quan­to sarà dis­cus­so lunedì, Gas­tone Vinerbi­ni, pres­i­dente di Vene­to Strade, pun­tu­al­iz­za il ruo­lo del­la soci­età: «In questi giorni è sta­ta spes­so tira­ta in bal­lo a spropos­i­to. Ho let­to, ad esem­pio, dichiarazioni che par­lano di inadeguatez­za del­la seg­nalet­i­ca sul­la stra­da regionale 450, ovvero la super­stra­da per Affi, ma non è vero».Vinerbini insiste: «Si è par­la­to di noi sen­za che vi fos­sero i pre­sup­posti. La trage­dia di giovedì las­cia molto scos­si ma non va stru­men­tal­iz­za­ta. Il prob­le­ma del­la va affronta­to al di fuori di questo caso. Leg­go ogni giorno di per­sone che han­no soluzioni da pro­porre. Anch’io potrei lan­cia­re una provo­cazione: met­ti­amo a paga­men­to la super­stra­da e vedrete che i camion rester­an­no in autostra­da. Ma che ragion­a­men­to è?». «La regionale 450 è una stra­da a quat­tro cor­sie con mez­zaria cen­trale; dove si pos­sono far cir­co­lare i camion se non in strade come ques­ta? La soluzione del prob­le­ma ver­rà dall’apertura del trat­to di vari­ante attual­mente in costruzione, che ter­rà i camion fuori dall’abitato di Cav­al­caselle. In ogni caso vedremo quali soluzioni ver­ran­no prese dalle autorità competenti».Nel frat­tem­po pro­prio Vene­to Strade sta lavo­ran­do in col­lab­o­razione con Castel­n­uo­vo e Lazise e con la Regione alla prog­et­tazione di un nuo­vo svin­co­lo di acces­so a via Der­na: la stra­da che dal­la roton­da di Cav­al­caselle por­ta ver­so i parcheg­gi di e la Garde­sana ori­en­tale. «Cer­chi­amo, tut­ti insieme, di pre­dis­porre al meglio, e con quan­to anticipo pos­si­bile, il futuro del­la via­bil­ità intorno alla rota­to­ria di Cav­al­caselle. E quel­lo che è accadu­to ci por­ta a insis­tere con anco­ra mag­gior forza per­ché i prog­et­ti via­bilis­ti­ci vengano real­iz­za­ti sen­za ritar­di», dice Bernar­di, che fotografa la situ­azione attuale del­la via­bil­ità nel bas­so lago.«Entro l’autunno sarà aper­to il sec­on­do stral­cio di vari­ante alla statale, quel­lo attual­mente cantier­a­to e che col­le­gan­dosi con la rota­to­ria di Cav­al­caselle (su cui arri­va la super­stra­da per Affi) toglierà il traf­fi­co dal cen­tro del­la frazione». «A set­tem­bre dovreb­bero iniziare i lavori del nuo­vo casel­lo di Castel­n­uo­vo: anche questo sarà col­le­ga­to con una bretel­la alla roton­da di Cav­al­caselle e attra­ver­so il sovrap­pas­so in costruzione, alla regionale 450 per Affi».«La pre­sen­za del casel­lo», dice il sin­da­co di Castel­n­uo­vo, «dovrebbe per­me­t­tere alle autorità locali di adottare provved­i­men­ti per richiedere che il traf­fi­co pesante resti in autostra­da tra Affi e Peschiera e vicev­er­sa». In ques­ta nuo­va via­bil­ità si inserisce il prog­et­to per lo svin­co­lo di via Der­na. «Sos­ti­tuirà l’attuale incro­cio; è un pun­to nevral­gi­co, per­ché lì si con­voglia il traf­fi­co diret­to a Garda­land ma anche agli altri parchi del­la zona e in genere al lago». Il prog­et­to è sem­plice: dopo il sovrap­pas­so in costruzione sul­la roton­da di Cav­al­caselle, andan­do ver­so Affi ci sarà un’uscita in rota­to­ria che immette diret­ta­mente in via Der­na; chi, invece, viene da Affi, tro­verà sul­la sua destra lo sboc­co per via Derna.Sarà Vene­to Strade a real­iz­zare il prog­et­to e i lavori dovreb­bero iniziare nei pri­mi mesi del 2007. Ma Bernar­di si sta già muoven­do anche su un altro fronte: il pros­egui­men­to del­la vari­ante alla statale 11, dal nuo­vo casel­lo di Castel­n­uo­vo in direzione Verona nord.