domenica, Giugno 16, 2024
HomeAttualità6932 i cittadini residenti a Lazise

6932 i cittadini residenti a Lazise

Sono 6932 i cittadini residenti a Lazise alla fine di dicembre del 2014. E i morti sono maggiori dei nati. Sono infatti 64 i lacisiensi che sono passati a miglior vita mentre ne sono venuti alla luce solamente 57. Nello specifico sono decedute 34 femmine e 30 maschi, mentre ne sono nate 32 contro 25 maschietti. La differenza fra morti e nati è quindi meno 7.

La crescita della popolazione, rispetto alle 6875 unità del 2013, è principalmente dovuta alla immigrazione. Ne sono ” entrati” 295, di cui 147 maschi e 148 femmine, mentre ne sono emigrati complessivamente 231, suddivisi in 115 maschi e 116 femmine. Sono ben 3048 i nuclei familiari, molti dei quali sono monofamiliari.

I matrimoni celebrati con il rito civile, a Lazise, sono stati 30, molti dei quali fra cittadini non residenti, ovvero provenienti da altri comuni, che hanno scelto Lazise per la sua bellezza o per essere una meta turistica interessante. Sono invece 17 i matrimoni celebrati con il solo rito religioso. Anche qui – per ammessa dichiarazione del parroco – sono in prevalenza coppie che provengono da fuori paese.

Gli stranieri che abitano e vivono a Lazise sono 677, di cui 304 sono maschi e 373 le femmine. Il divario fra maschi e femmine è caratterizzato, in prevalenza, dalla presenza di alcune donne straniere che prestano la loro attività a Lazise quali badanti di anziani. Principalmente moldave, ucraine e sri lankesi.

“Con il censimento della popolazione del 2011, voluto dall’ISTAT – spiega Franco Pezzini dell’ufficio anagrafe comunale – abbiamo fatto una certa pulizia. Molti soggetti che risultavano residenti ” sulla carta” ma di fatto irreperibili, sono stati depennati dall’anagrafe comunale. Si tratta di circa 250 unità. Sono in massima parte brasiliani che dopo aver ottenuto al doppia nazionalità e quindi la residenza anche a Lazise, sono ritornati nel loro paese senza darne alcuna comunicazione.”

Una curiosità: sono ben oltre 70 le suore che vivono a Colà. Sono religiose appartenenti alla Piccole Suore della Sacra Famiglia di Castelletto di Brenzone che a Colà, appunto, sono ospiti della loro casa di risposo in via Malcanton.

La comunità straniera più rilevante è quella romena con 164 persone, 69 invece sono i brasiliani, ridotti proprio per l’effetto censimento come specificato pocanzi. 49 i tedeschi e 48 i moldavi, 31 i srilankesi, 30 gli albanesi e 29 i cinesi. Infine 26 i marocchini, seguiti da macedoni, ucraini, croati.

“Abbiano anche altre nazionalità rappresentate – conclude Pezzini – ma sono numeri esigui, al di sotto della decina. Evidenziamo, invece, che non abbiamo la presenza di alcun profugo proveniente dai paesi in guerra o dagli sbarchi nella zona mediterranea.”

Sergio Bazerla

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video