lunedì, Giugno 24, 2024
HomeVariousA rischio la Expo Schuh?
E' la fiera delle fiere, la più importante, quella che fa girare il nome di Riva in tutto il mondo e porta in città 850 espositori.

A rischio la Expo Schuh?

“Resteremo a Riva per sempre” aveva detto un mese e mezzo fa Friederich Eichholz, decano e portavoce degli espositori che partecipano all’Expo Riva Schuh. Una promessa a rischio la sua. Non per volontà del simpatico presidente teutonico, bensì perché da Bologna e dall’Associazione che riunisce a livello nazionale i produttori di scarpe, sta arrivando l’ennesimo attacco alla manifestazione rivana. La Ballerà, il Palafiere, tutto ciò che ci gira attorno, non hanno molto senso senza l’Expo Schuh. E’ la fiera delle fiere, la più importante, quella che fa girare il nome di Riva in tutto il mondo e porta in città 850 espositori (cioè migliaia di operatori) due volte all’anno. Una ricaduta economica miliardaria. Un boccone appetibile anche per Bologna Fiere che già in passato (come aveva fatto anche Verona) aveva cercato di fagocitare l’Expo. Un nuovo tentativo – come ammettevano alla Palacongressi – è partito qualche settimana fa. Sulla stampa economica nazionale sono apparsi strani articoli, ai quali la Palacongressi ha risposto in maniera adeguata. Ma l’attacco continua e – come dice il direttore Righi – “non è escluso che dovremo usare rimedi estremi se l’assalto all’Expo Schuh dovesse continuare”. Si è parlato anche di questo ieri al Palazzo dei Congressi. Il consiglio della società, così come gli amministratori della Lido e la giunta rivana, hanno incontrato i membri delle due commissioni legislative permanenti del Consiglio provinciale. Una visita di cortesia, per rispondere ad un precedente invito del presidente di Palacongressi Gianni Zontini. L’occasione giusta per prendere coscienza di ciò che è diventato Riva con la fresca inaugurazione del secondo padiglione alla Ballerà. Al vertice hanno presenziato i due presidenti delle commissioni trentine, Nerio Giovanazzi e Mauro Delladio, assieme ad un gran numero di consiglieri. Quindi il sindaco Malossini, e i presidenti Zontini, Malfer (Lido) e Miorelli (Garda Trentino Sviluppo). I consiglieri hanno visitato anche i padiglioni alla Ballerà e – come avverte un comunicato ufficiale – “hanno preso buona nota dei problemi indicati dagli amministratori rivani”. Lo sperano alla Palacongressi: “Se le manovre che stiamo affrontando sul mercato fieristico dovessero continuare – era il commento del dott. Righi – avremo bisogno dell’aiuto di tutti, del sostegno del territorio, Provincia soprattutto…”.

Articolo precedente
Articolo successivo
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video