venerdì, Marzo 1, 2024
HomeAttualitàAllarme per i furti in casa
Se n’è discusso in Consiglio comunale esaminando la relazione sul 2006 del difensore civico. Arduino: «La Giunta dovrebbe fare di più contro la criminalità»

Allarme per i furti in casa

Lo stato della sicurezza dei cittadini a Sirmione tiene ormai banco da diverso tempo, non solo nei bar o nelle piazze, ma anche in aula consiliare. Purtroppo i numerosi furti ai danni di appartamenti, negozi e villette a schiera creano parecchia preoccupazione nella popolazione, anche se le forze dell'ordine hanno pur saputo rispondere con fermezza, mettendo a segno arresti ed espulsioni di immigrati clandestini.Un termometro di questo diffuso malessere è senz'altro l'attività del difensore civico di Sirmione, figura rappresentata dall'ex sindaco Mario Arduino, che nella sua relazione 2006 ha tenuto a sottolineare una «preoccupazione in merito alla generalizzata offensiva della criminalità e, soprattutto, di quella rivolta alle abitazioni, che costituiscono l'estremo baluardo del cittadino contro la montante violenza, alla quale appare sempre più spesso esposto».Arduino ha poi toccato altri temi di profondo malessere manifestato dai sirmionesi, quali la caotica e crescente ed il conseguente inquinamento atmosferico, la presenza di «fracassoni» che di notte scorazzano sulle strade, l'invasione di zanzare (il difensore civico si riferisce ovviamente alla scorsa estate), e ancora la necessità di vietare il diffuso malcostume di occupare giardini e parchi pubblici per sdraiarsi al sole (in piazza Carducci, sulla passeggiata Colombare-centro storico).Ma tra i richiami lanciati da Mario Arduino, nella sua relazione al Consiglio comunale, quello che ha scatenato un lungo ed acceso dibattito tra maggioranza e opposizione in Aula è stato sicuramente sulla sicurezza dei cittadini. Sono intervenuti un po' tutti e da tutti è stato chiesto alla giunta Ferrari di fare di più, di investire maggiormente nei controlli e nella vigilanza urbana.Di recente, proprio il neocomandante dei Vigili Urbani, Roberto Toninelli, e l'assessore Massimo Padovan, hanno presentato un progetto (uno analogo era stato avanzato un anno fa) in Giunta per il potenziamento dei servizi anticrimine, per l'assunzione di cinque vigili stagionali e per l'installazione di nuove telecamere in luoghi sensibili e strategici della penisola gardesana.Grazie poi al fatto che l'attività di raccolta e notifica dei verbali di contravvenzione sarà esternalizzata, alcuni vigili urbani, prima impiegati in questi compiti burocratici, potranno essere impiegati in altre attività di polizia. Inoltre i pattugliamenti saranno estesi alla notte, mentre un'altra pattuglia, di sera, sorveglierà l'uscita dei commercianti dai propri negozi per prevenire possibili scippi ed aggressioni. Recentemente alcuni esercenti sono stati scippati mentre percorrevano il lungolago per recarsi alle proprie auto. In via Carlo Marx, alla zona artigianale, alcune villette a schiera sono state «visitate» in pieno giorno: spariti oggetti preziosi e piccoli elettrodomestici. Nel parcheggio Monte lo scorso anno si sono ripetuti i furti a bordo di auto. Con l'imminente installazione di videocamere anche nel posteggio potrebbe essere finalmente terminato questo stillicidio.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video