lunedì, Aprile 22, 2024
HomeNotizie dal GardaAumento dei benefit esenti da imposte per i dipendenti a Manerba del...

Aumento dei benefit esenti da imposte per i dipendenti a Manerba del Garda grazie alla nuova disciplina del welfare aziendale: tutti i dettagli

Manerba del Garda – Aumenta il limite per i benefit esenti da imposte per i dipendenti! Con circolare n. 23/E dell’Agenzia delle Entrate, emessa il 1 agosto 2023, vengono forniti i chiarimenti sulla nuova disciplina del welfare aziendale. In seguito alle novità introdotte dal Decreto Lavoro, il limite entro il quale è possibile concedere ai dipendenti beni e servizi esenti da imposte è ora di 3mila euro, anziché i precedenti 258,23 euro.

Ma non è tutto: il Decreto Lavoro (DL 48/2023) ha anche stabilito che le somme erogate o rimborsate ai lavoratori per il pagamento delle utenze domestiche di energia elettrica, acqua e gas non concorreranno a formare il reddito di lavoro dipendente. Questa misura si applica anche ai dipendenti con figli fiscalmente a carico, che godranno di un’agevolazione esente dall’IRPEF e dall’imposta sostitutiva sui premi di produttività per benefit fino a 3mila euro.

Questo beneficio si estende anche ai pagamenti delle utenze domestiche del servizio idrico integrato, dell’energia elettrica e del gas naturale. La circolare specifica che l’agevolazione si applica a entrambi i genitori, titolari di reddito di lavoro dipendente e/o assimilato, anche se hanno solamente un figlio fiscalmente a carico, purché il reddito del figlio non superi i 2.840,51 euro all’anno (al lordo degli oneri deducibili).

Per fare richiesta del beneficio, il lavoratore dovrà comunicare al datore di lavoro il codice fiscale dell’unico figlio o dei figli fiscalmente a carico. Non essendo prevista una forma specifica per questa dichiarazione, sarà possibile concordare le modalità di comunicazione tra le due parti.

È importante sottolineare che se i presupposti per l’agevolazione vengono meno nel corso dell’anno, ad esempio nel caso in cui un figlio non sia più fiscalmente a carico, il dipendente dovrà comunicarlo tempestivamente al datore di lavoro. In questo caso, il datore di lavoro recupererà il beneficio non spettante nei successivi periodi di paga, entro i termini previsti per le operazioni di conguaglio.

Questa nuova agevolazione sarà valida per il 2023 e il limite di reddito di 2.840,51 euro per i figli fiscalmente a carico salirà a 4mila euro per i figli fino a 24 anni. Per ottenere l’agevolazione, il reddito del figlio dovrà essere verificato entro il 31 dicembre dell’anno in corso.

Questa importante novità del Decreto Lavoro offre un ulteriore sostegno ai lavoratori e alle loro famiglie, consentendo loro di usufruire di benefici esenti da imposte e di risparmiare sugli oneri delle utenze domestiche. I dipendenti hanno ora l’opportunità di fruire di servizi e beni fino al limite di 3mila euro, senza dover dichiarare tali importi come reddito imponibile.

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video