venerdì, Maggio 24, 2024
HomeAttualitàBuon 2009 dal Comune:le tariffe restano ferme
Lo ha deciso il Consiglio comunale nell’ultima seduta dell’anno, approvando il bilancio preventivo

Buon 2009 dal Comune:le tariffe restano ferme

Nessun aumento di tariffe comunali a Salò per il 2009. Lo ha deciso il Consiglio, in sede di approvazione del bilancio preventivo. L’Ici del 4 per mille sulla prima casa sarà pagata solo dai proprietari di abitazioni di tipo signorile (categoria A1), ville (A8) e palazzi (A9), con detrazione di 130 euro. Le pertinenze (garage, box, posti auto, soffitte, cantine) e gli appartamenti concessi in uso gratuito a parenti di primo e secondo grado in linea retta (figli e genitori, nonni e nipoti), ma non in linea collaterale, sono equiparati all’abitazione principale. Sugli altri edifici resta l’Ici del 7 per mille.Il gettito complessivo si aggirerà su tre milioni e 140 mila euro, come nel 2008 (540 mila in meno rispetto al rendiconto 2007). Il municipio incasserà dalle prime abitazioni soltanto 20mila euro; il resto, tre milioni e 120 mila, verrà da case delle vacanze, uffici, negozi, studi professionali, alberghi, attività artigianali, ecc. L’incidenza media su ognuno dei 10.500 residenti sarà di 299 euro, rispetto ai 353 del 2007.L’ADDIZIONALE Irpef non verrà applicata, poiché peserebbe soprattutto su impiegati, operai, pensionati e dipendenti in generale. Gli introiti per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani rimarranno di un milione e 450 mila euro. Considerato che il servizio costa un milione e 556 mila euro, l’indice di copertura è del 93%. Nel 2010 si dovrebbe passare dalla tassa alla tariffa, così da pagare in base alla quantità di rifiuti prodotta, e non ai metri quadri dell’appartamento o dell’edificio occupato. Le famiglie vedrebbero aumentare notevolmente le bollette, mentre resterebbero invariate per i negozi e ne trarrebbero vantaggio gli uffici.Nel 2009 la pressione tributaria (Ici, raccolta rifiuti) scenderà da 466 euro pro capite dell’assestato 2008 a 464, mentre l’indebitamento individuale riguardante i mutui ancora da restituire si ridurrà da 1.028 a 963 euro.Il Comune ha previsto di incassare dalle multe lo stesso importo degli ultimi anni, vale a dire 470 mila euro. I parcometri frutteranno la bella cifra di un milione di euro, 150 mila in più. Ciò è dovuto all’apertura dei nuovi posti auto dinanzi al supermercato Italmark, appena inaugurato (gratis un’ora di sosta, e posa di una sbarra, in modo da poter pagare al termine), e in piazzale Leonardo da Vinci, dinanzi all’ospedale. Confermata la tariffa oraria di 1,50 euro. Inalterati i canoni di occupazione di spazi e aree pubbliche, il coseddetto plateatico (510 mila euro). I proventi per le concessioni edilizie scenderanno da un milione e 900 mila euro a un milione e 700 mila. L’assessore al bilancio Alberto Pelizzari ha illustrato il bilancio, che è stato approvato dalla maggioranza (Casa delle Libertà). Contrarie le minoranze.

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video