lunedì, Febbraio 26, 2024
HomeAttualità«Dalla parte dei ragazzi» punta sull’educazione civica
Il progetto vede impegnati amministrazione e scuole medie

«Dalla parte dei ragazzi» punta sull’educazione civica

Rafforzare la propria autonomia, maturare una coscienza civica improntata sul bene comune e la salvaguardia del proprio territorio e partecipare alla vita sociale del proprio paese offrendo suggerimenti nelle scelte delle realtà educative ed istituzionali, sono gli obiettivi di «Padenghe dalla parte dei ragazzi» il progetto che, iniziato a settembre, si propone entro tre anni di preparare gli adolescenti delle scuole medie alla «Città dei ragazzi». L'iniziativa, ideata dall'assessorato ai in collaborazione con l'assessorato alla Cultura e la scuola media, ha lo scopo fondamentale di far conoscere ai giovani i vari aspetti, territoriale, sociale ed economico, del proprio paese e di offrire loro significative opportunità di aggregazione e di crescita per favorire lo spirito di appartenenza alla propria comunità. «L'interesse – spiega l'assessore ai servizi Sociali Albino Zuliani – è quello di rendere i nostri preadolescenti più consapevoli, aiutandoli ad incrementare il livello delle conoscenze del loro territorio, delle realtà sociali, in particolare associative, che lo caratterizzano e del loro ruolo quali giovani cittadini; il tutto in un clima di gioco e di ricerca avventurosa». Finora i ragazzi che aderiscono all'iniziativa sono 15 e hanno già avuto modo di conoscere alcune zone del territorio in cui vivono, il castello, le spiagge, le piazze e le attività commerciali del centro, e le associazioni attive a Padenghe, tra cui il gruppo giovani, i volontari della casa di riposo Beretta e quelli della Valtenesi Soccorso. Ora i 15 giovani, divisi in due gruppi, continuano ad incontrarsi ogni due settimane per svolgere attività che spaziano dal ludico al sociale, dal progettuale al manuale, coordinati da un animatore e da un professionista. «Abbiamo già iniziato ad organizzare alcuni laboratori – dice Giovanni Brichetti, che assieme a Davide Zanardini sta lavorando in qualità di responsabile alla realizzazione del progetto – in cui i ragazzi hanno la possibilità di sperimentare varie tecniche di lavoro esprimendo tutta la creatività. Il prossimo passo si concentrerà sulla promozione di campagne ecologiche e di interesse sociale, sulla realizzazione di in giornalino e di un videoclip, sulle attività sportive e sulla partecipazione a un Consiglio». Grazie alla stretta collaborazione con la scuola media di Padenghe, che ha inserito il progetto nel «Piano dell'offerta formativa», i ragazzi iscritti potranno lavorare nelle aule messe a disposizione dall'istituto e quelli non iscritti potranno partecipare alle diverse attività del progetto organizzate periodicamente in orario scolastico. «L'impegno dei ragazzi,- conclude Zuliani- sfocerà nella preparazione della 'Città dei Ragazzi' una manifestazione aperta a tutta la cittadinanza che si terrà alla fine dell'anno scolastico, in cui saranno messi in mostra i lavori realizzati dai ragazzi in questi mesi».

Articolo precedente
Articolo successivo
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video