domenica, Maggio 26, 2024
HomeAttualitàEmergenza Ucraina: le iniziative del Comune di Lonato del Garda e un...

Emergenza Ucraina: le iniziative del Comune di Lonato del Garda e un concerto per esprimere solidarietà

Sono state numerose le richieste di sostegno raccolte nei giorni scorsi sul territorio della città. L’Amministrazione Comunale, in collaborazione con la Parrocchia di Lonato e di Campagna e la Comunità Missionaria di Villaregia, si è da subito attivata per strutturare un sistema efficace di gestione degli ingressi di cittadini ucraini sul territorio.

Come comunicato sui vari canali istituzionali, è stata indetta una raccolta fondi da destinare al sostengo e all’accoglienza delle famiglie e bambini che sono arrivati e arriveranno sul nostro territorio.

Il Sindaco, Roberto Tardani, si è appellato a tutti i cittadini chiedendo loro di comunicare, ove possibile, anche la propria disponibilità ad ospitare oppure mettere a disposizione alloggi adeguati all’accoglienza contattando l’Ufficio Servizi Sociali del Comune. Ad oggi si contano circa una decina di famiglie che si sono rese disponibili a fornire alloggio a cittadini ucraini che ne avessero necessità.

Passaggio fondamentale, anche secondo quanto ricevuto dalle Autorità competenti, che tutti i cittadini che ospitino, a qualsiasi titolo, cittadini ucraini presso un’abitazione del Comune di Lonato, devono seguire è l’effettuazione della dichiarazione di ospitalità presso gli Uffici Servizi Demografici. In questo modo, sarà più immediato per le autorità monitorare il numero di cittadini ucraini presenti a Lonato del Garda, intercettare bisogni e intervenire prontamente.

Dal punto di vista dell’assistenza sanitaria, l’Hub vaccinale di via Marchesino è attivo da venerdì come hot stop sanitario di ASST Garda per fornire assistenza sanitaria ai cittadini ucraini tramite l’effettuazione di tamponi e vaccini anti Covid-19. ATS Brescia ha reso noto che È necessario effettuare le vaccinazioni anti SARS-CoV2, anche per avere il green pass ed è importante controllare di essere in regola con tutte le altre vaccinazioni, sia per gli adulti ma anche per i bambini, soprattutto in vista di un eventuale inserimento nelle strutture scolastiche.

“Sono veramente orgoglioso della generosità e della solidarietà che moltissimi nella nostra comunità stanno dimostrando. L’intenzione è quella di agire un’unica direzione affinché si possa gestire al meglio questa crisi umanitaria a cui purtroppo stiamo assistendo, in attesa di ricevere indicazioni sempre più dettagliate e precise dalle Autorità competenti. Chiedo massima collaborazione da parte di tutti voi nel segnalare tutte le persone provenienti dall’Ucraina arrivate o che arriveranno nella Città di Lonato, indicando i dati essenziali (nome, cognome, data di nascita, contatto telefonico) al fine di conoscere il numero di rifugiati sul territorio e poter intervenire là dove necessario”. Commenta il Primo Cittadino.

Oltre ai recapiti telefonici degli uffici comunali (Servizi Sociali e Servizi Demografici) da contattare dal lunedì al venerdì, si aggiunge anche un numero di emergenza gestito da una volontaria ucraina durante il fine settimana: l’obiettivo è quello di essere sempre attivi per le esigenze di natura primaria (servizio trasporto per acquisto di generi alimentari e/o medicinali, per tamponi e/o vaccini; servizio accompagnamento presso uffici per presentazione documenti; raccolta richieste di eventuali necessità; raccolta segnalazioni di nuovi arrivi di cittadini ucraini sul territorio di Lonato del Garda; richiesta informazioni).

Aggiunge il Sindaco: “Attualmente contiamo 61 cittadini ucraini presenti nel nostro comune, di cui 34 adulti e 23 minori e i nuclei familiari sono principalmente composti da mamme, nonne, bambini e nipoti. Contiamo sulla collaborazione di tutti i lonatesi per diffondere l’informativa condivisa su tutti i canali per una corretta gestione e segnalazione dell’emergenza”.

In questo contesto, l’Associazione “Colere Anima” ha organizzato, in collaborazione con il Comune e la Parrocchia di Lonato un concerto dal titolo “Note di Pace”, che si terrà sabato 26 marzo alle ore 20:30 presso la Basilica di San Giovanni Battista.

Il Presidente dell’Associazione, Gianfranco Tripodi, sottolinea: “La guerra che sta falcidiando vite e comunità è un orrore indicibile, insopportabile: e riguarda ognuno di noi, intimamente e come parte di una Comunità. Questo orrore, che è tale per ogni guerra presente nel nostro devastato mondo, anche quelle colpevolmente dimenticate, deve essere fermato: dalle coscienze, prima ancora che dai trattati. Questa guerra che la gente non vuole, che la gente non capisce e mai potrebbe capire, ha bisogno anche di segnali, certamente umili, semplici: ma che si radicano nei sentimenti più profondi del cuore di ogni cittadino Ucraino e Russo. Ecco perché questo evento: perché il messaggio più bello e profondo, più ricco di valore e speranza, è vedere giovani russi ed ucraini insieme. Nello stesso evento. Uniti dalla bellezza della musica, dalla passione per l’arte, dalla voglia di armonia. E non è banale che il Concerto abbia come protagonisti dei ragazzi: essi sono l’immagine di quel futuro che questa generazione sta tentando di violentare. E sono, al contempo, quella realtà di spontanea voglia di stare insieme, senza pregiudizi, senza finzioni, senza odio. Abbiamo ritenuto importante coinvolgere l’Amministrazione di Lonato del Garda: perché la presenza delle Istituzioni, impegnate in questa opera di solidarietà, aumenta il valore di questa iniziativa e ci parla di Comunità.                      Ed ecco perché la Chiesa: nessun altro posto potrebbe meglio riunire in sé i valori e le speranze che animano questa iniziativa”.

 

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video