giovedì, Aprile 25, 2024
HomeAttualitàEXPO 2015: una sfida che il Garda bresciano vuole vincere

EXPO 2015: una sfida che il Garda bresciano vuole vincere

Il conto alla rovescia verso Expo 2015 è iniziato da tempo per il più grande lago italiano, che, in occasione di questo importante evento internazionale, intende fare la propria parte, attirando sulle sponde del Benaco una fetta consistente del pubblico che giungerà in Italia il prossimo anno. L’esposizione Universale è l’unica manifestazione che, per notorietà e giro d’affari, si avvicina alle Olimpiadi e ai Mondiali di Calcio e, secondo le previsioni, la kermesse milanese – nei sei mesi di apertura, dal 1° maggio 2015 al 31 ottobre dello stesso anno – attirerà oltre 21 milioni di visitatori.

In considerazione di questi dati, il Consorzio Lago di Garda – Lombardia ha messo in cantiere per l’Expo alcune iniziative straordinarie, che vanno ad aggiungersi alla costante attività di promozione turistica e che sono state presentate ufficialmente agli organismi di coordinamento appositamente costituiti, presso la Camera di Commercio e la Provincia di Brescia. In particolare, presso il tavolo “Turismo, commercio e servizi, arte e cultura, sport e tempo libero” dell’Associazione Temporanea di Scopo – Sistema Brescia Expo 2015, è stato illustrato un progetto che propone nuove forme di promozione territoriale di elevata efficacia, abbinando in modo originale web e informazione. Da questa iniziativa, destinata ad avere grande evidenza a livello internazionale, ci si attendono riscontri veramente interessanti: primo fra tutti l’ampliamento della già vastissima platea di pubblico di vacanzieri che sono ospitati, stagione dopo stagione, dalle strutture ricettive della sponda occidentale del lago.

Parallelamente, nella sede della Commissione Provinciale Expo 2015, il Consorzio Lago di Garda – Lombardia ha presentato, in collaborazione con la Strada dei Vini e dei Sapori del Garda, un progetto ideato per dare grande risalto agli eventi che il territorio organizzerà in vista dell’Esposizione Universale di Milano. Il filo conduttore di una programmazione che si preannuncia ricca e autorevole, sarà l’elevata qualità dei prodotti tipici e dell’enogastronomia locale, in omaggio alla filosofia base dell’Expo: Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita. Uno dei punti di forza di questo filone d’intervento sarà il pieno coinvolgimento di più soggetti: istituzioni, operatori turistici, consorzi di tutela e associazioni, ciò permetterà di calibrare le attività pianificate, in base alle esigenze delle singole località della riviera e dell’entroterra.

“Sappiamo che all’Expo interverranno oltre 130 Paesi e gli esperti ci dicono che i benefici indiretti sul territorio sono valutabili in un ordine di grandezza vicino ai 30 miliardi” ha dichiarato il Presidente del Consorzio Lago di Garda – Lombardia, Franceschino Risatti. “Noi dovremo essere in grado di attrarre verso la nostra realtà una parte rilevante di queste risorse. Per questi motivi la struttura organizzativa del Consorzio sta lavorando su più fronti: con i Vicepresidenti Cerini e Alberti ai tavoli dell’Expo e ad altri importanti progetti e con il Direttore Girardi nelle missioni all’estero e nelle operazioni del programma interregionale Garda Unico. Anche la giunta e il direttivo del Consorzio, con l’ausilio dello staff dei nostri uffici, stanno dando il massimo in questa fase cruciale, contando sull’apporto fondamentale che ci viene offerto da Bresciatourism e dalle molte istituzioni con cui dialoghiamo, per garantire prosperità, anche in futuro, al comparto economico trainante del nostro territorio.”

 

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video