venerdì, Giugno 21, 2024
HomeAttualitàFrosi apre i giochi elettorali
Il clima politico si riscalda col primo candidato sindaco in vista delle amministrative 2007. Ingegnere, ex assessore al turismo con Anelli, è proposto da un Comitato

Frosi apre i giochi elettorali

Da ieri a Desenzano è virtualmente aperta la campagna elettorale. Ad otto mesi dalle elezioni amministrative, con uno sprint invidiabile, la città gardesana ha già un suo candidato sindaco. Si chiama Enrico Frosi, ingegnere di Forza Italia, ex assessore nella giunta Anelli, che viene proposto da un comitato civico nato per «rivolgere un chiaro messaggio politico alla popolazione ed instaurare – ha detto nel suo intervento di presentazione Rodolfo Celotti, presidente del Comitato per Frosi – una proficua collaborazione con tutte le forze politiche del centrodestra», sottolineando, però, che «Frosi non è affatto il candidato di Forza Italia, è solo una persona capace, dinamica e leale che ha già dimostrato in anni di impegno politico e sociale di voler promuovere e difendere le tradizioni e lo sviluppo di Desenzano». A «benedire» questa investitura ufficiale dell’ex assessore al Turismo erano presenti anche il consigliere regionale Margherita Peroni e il consigliere a palazzo Loggia di Brescia, Giorgio Maione. Entrambi gli esponenti «azzurri» hanno rilevato di essere venuti a Desenzano «come estimatori di Frosi, dotato di un pedigrée tale da poter essere candidato alla guida di una grande città: è questa una bellissima notizia», ha concluso Maione. «Anche se è un candidato senza marchio politico – ha invece sottolineato Margherita Peroni – Frosi si colloca nel centrodestra, ricordando che egli ha avuto una buona esperienza politica ed è dotato di una notevole sensibilità sociale: Desenzano è, infatti, una città con un tenore di vita notevole ma è anche una città con tante famiglie con problemi sociali ed economici». «Questa candidatura – ha concluso la consigliere regionale Peroni – vuole essere una sollecitazione alle forze politiche, in cui ci identifichiamo, a decidere». Nel suo intervento, Celotti aveva spiegato le ragioni di questa candidatura, che sta facendo innervosire i vertici locali di Forza Italia, che stanno imbastendo una trattativa di tutt’altro tenore. «Del nostro comitato – ricorda Celotti – fanno parte cittadini di tutte le estrazioni socio-economiche che vogliono veder rinascere Desenzano e che siano realizzati alcuni progetti territoriali». Quindi Celotti ha rivendicato il ruolo di leadership della CdL desenzanese «che ha ottenuto alle ultime elezioni il 63% di preferenze: se non scegliamo con oculatezza il candidato sindaco, rischiamo di dare il governo ancora al centrosinistra».«Alle altre forze del centrodestra – ha concluso Celotti – diciamo di far convergere sull’unico candidato, che è Frosi, le loro scelte». Il comitato ha cominciato dunque ieri mattina, dal centralissimo locale davanti al porto Vecchio, la propria corsa a palazzo Bagatta. «Saranno otto mesi di impegno totale – hanno assicurato i sostenitori – per far sì che la nostra compagine si amplii al massimo», mentre Aida Lopez Raccagni, nota imprenditrice desenzanese, ha espresso parole di profonda stima per Enrico Frosi che, di rimando, ha detto di sentirsi «caricato e pronto all’avventura elettorale». Dietro a Frosi si sta già muovendo una poderosa macchina di comunicazione e questo non può che mettere in serio imbarazzo la CdL nella sue strategie elettorali.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video