domenica, Giugno 23, 2024
HomeAttualitàFunivia, oggi ultime corse
L’impianto si ferma per l’ordinaria manutenzione e ripartirà sabato 16 dicembre. In primavera l’inaugurazione dei nuovi locali a monte

Funivia, oggi ultime corse

Chiude i battenti domani, per la consueta manutenzione ordinaria, la funivia Malcesine-Monte Baldo. L’impianto di risalita tornerà in funzione sabato 16 dicembre e rimarrà aperto per la stagione invernale fino all’11 marzo. Sono intanto in dirittura d’arrivo i lavori della nuova struttura di accoglienza che sorgerà a fianco dell’attuale stazione a monte della funivia. «Nella prossima primavera ci sarà l’inaugurazione ufficiale del complesso che ospiterà un bar ristorante disposto su due piani, uno spazio espositivo che potrà essere suddiviso a seconda delle necessità per mezzo di pareti mobili ed una sala convegni che potrà ospitare fino ad un centinaio di persone», assicura Giuseppe Venturini, presidente del consorzio funivia .La nuova costruzione consiste in due corpi di fabbrica collegati fra loro e l’esistente stazione della funivia mediante dei corpi di collegamento ribassati. Durante questo inverno, ultimati i lavori di rifinitura esterni, verrà completata la sistemazione interna con la scelta dell’arredo che dovrebbe, il condizionale è d’obbligo, essere a carico della ditta che prenderà in affitto la gestione del corpo servizi che contiene un ampio solarium costituito da due terrazze in legno, una infermeria per la prima assistenza, locali tecnici di servizio quali le cucine, i magazzini, gli spogliatoi per il personale, i servizi igienici, un garage officina per il ricovero, la manutenzione e la riparazione dei due battipista in dotazione al consorzio funicolare Malcesine-Monte Baldo.I lavori sono stati eseguiti dall’associazione temporanea d’imprese Zimmerhofer e Stahlbau Pichler per un importo di 2 milioni 404 mila euro oltre a 122.800 euro di oneri di sicurezza. L’intera struttura sarà riscaldata mediante un sistema a pavimento che permette un considerevole risparmio energetico mentre un circuito idrico sdoppiato limiterà ai servizi essenziali l’uso dell’acqua potabile.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video