Gienne Febbraio 2024

    1
    68

    “Ecco il nostro nuovo giornale, semplice, pulito e leggibile anche “senza occhiali”. Un sogno che si realizza per me che da tanti anni “navigo” su questo lago e percorro le sue sponde senza sosta con l'anima di un innamorato. E' un amore antico, quello che tutti i benacensi nutrono per il grande spazio liquido e dolce e per i rilievi che lo circondano. Amore per il territorio e per l'ambiente ricco di tradizioni, di saperi e di sapori, di leggende e misteri che cercheremo di analizzare e ricordare in apposite rubriche, per non far scomparire quel patrimonio che le radici rappresentano per tutte le generazioni. Saremo attenti alle attività di associazioni, gruppi sportivi che dedicano la loro attenzione ai bambini e ai cosiddetti sport minori.

    Descriveremo il territorio e l'ambiente in apposite rubriche dedicate alla botanica, alla flora e fauna indigene, alla cultura locale e alle aziende che hanno esportato il nome del Garda in tutto il mondo.”

    Il 22 febbraio di un anno fa veniva a mancare Luigi, il fondatore e l'ideatore di questo giornale, oltreché mio padre. In questo primo anniversario mi è sembrato opportuno riproporre l'inzio dell'editoriale che aveva pubblicato sul primo numero nel gennaio del 2009: un messaggio chiaro sulla scelta editoriale e sul perchè è stata fatta.

    Anche la copertina ha un senso preciso, l' non è solo un monumento storico con un'incantevole vista sul lago ma è stata casa di Luigi, in particolare, per diverso tempo, ha abitato proprio sotto iĺ campanile e i suoi genitori lavorarono all'interno del convento ai tempi in cui Don Giovanni Calabria era presente e non era ancora Santo.

    Solitamente in queste righe si riflette su questioni gardesane, ma questo mese mi è sembrato giusto dedicare un po' di spazio a noi, senza far diventare tutto il numero un lunghissimo memoriale, anche come opportunità per ricordare e ricordarmi perchè esistiamo e andiamo in stampa puntualmente ogni mese da quindici anni.

    Un doveroso ringraziamento a tutti i collaboratori e a tutti i sostenitori che mi hanno permesso in questo anno di proseguire questa avventura.

    Chiudo con un'altra citazione, questa volta mia, che chiudeva il mio intervento sempre sul primo numero dei questa rivista: “Esiste anche la cosiddetta “cronaca bianca”, quella che ci accompagna nel vivere quotidiano e che ci dà utili informazioni di servizio e notizie che scaldano il cuore. Storie ordinarie e oneste che, anche senza edulcorare la dura realtà ci consentono di aprirci alla speranza di un futuro migliore.”

    Scarica il PDF

    182° Gienne - Febbraio 2024

    1 commento

    1. commovente il Ricordo di Luigi, suggestiva l’aimmagine dell?Abbazia di Maguzzano circondata dai campi che raggiungono il lago e oltre
      by mt

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui