mercoledì, Aprile 24, 2024
HomeAttualitàI vigili del fuoco arrivano in idrojet
L’imbarcazione va a potenziare le dotazioni dei pompieri, che hanno già un Victor Uno da 400 cavalli e una moto d’acqua. La squadra nautica di Bardolino potrà muoversi su bassi fondali e spegnere incendi

I vigili del fuoco arrivano in idrojet

Il distaccamento operativo dei vigili del fuoco è in fase di potenziamento. Ai primi di marzo arriverà pure una nuova imbarcazione che renderà ancora più efficienti gli interventi in acqua sull’intero lago di Garda. Delle 15 imbarcazioni predisposte dal dipartimento vigili del fuoco – soccorso pubblico e difesa civile – del ministero degli Interni, previste per i maggiori porti e laghi italiani, la prima destinata ad essere impiegata nei bacini di acqua dolce arriverà proprio sul Garda e andrà in dotazione al distaccamento di Bardolino, operante già dal 1996 per interventi in acqua e a terra con un organico di 45 unità.Già dal 2001 il gruppo dispone, per emergenze in acqua su tutto il bacino, di Victor Uno, un’imbarcazione lunga otto metri con doppio motore, 400 cavalli, che raggiungendo i 33 nodi di velocità all’ora può prestare soccorso in caso di incendio di imbarcazioni, ricerca e soccorso dispersi, recupero di corpi galleggianti potenzialmente pericolosi e supporto ai sommozzatori in caso di recupero annegati. L’anno scorso è arrivata anche una moto d’acqua, un piccolo mostro dalla velocità impressionante, 60 nodi l’ora, cioè ben 90 chilometri orari, che in acqua sono molti, usata soprattutto sulla costa veronese.Ora ecco il nuovo arrivo, che ha presupposto un’ulteriore attività di formazione e addestramento. «Parallelamente all’acquisto di Victor uno era stata avviata un’attività di formazione e addestramento del personale che, nel 2001, ha portato all’apertura di un presidio acquatico, cioè una squadra composta di tre persone operative 24 ore su 24 destinate esclusivamente al contrasto del rischio acquatico di superficie e capaci di operare in supporto ai sommozzatori», spiega Rodolfo Ridolfi, responsabile del distaccamento di Bardolino. «È personale in grado di portare soccorso su tutto il Garda: a fronte di tanta attività, si è deciso il potenziamento e l’ampliamento dei mezzi con l’acquisto appunto della nuova imbarcazione. È un 13 metri idrojet», precisa Ridolfi, «che va cioè a propulsione e senza elica per cui può agevolmente spostarsi anche dove i fondali sono bassi». Larga tre metri, circondata da un pozzetto che agevola i movimenti dell’equipaggio, è dotata di un verricello per recuperare imbarcazioni o corpi estranei galleggianti; è dotata di una motopompa da incendio che pesca acqua dal lago e, senza interferire con la propulsione, spara acqua per spegnere fiamme e di un secondo sistema di pompaggio ad aspirazione per togliere acqua dalle imbarcazioni.Non solo: «Questo nuovo mezzo, oltre che di gps (global position system) e navigatore», precisa Ridolfi, «è dotato di sonar ed ecoscandaglio, due sistemi che permettono di rilevare difformità sul fondale dando modo di individuare eventuali corpi estranei». La nuova imbarcazione presuppone l’operatività di 25 vigili del fuoco presenti 24 ore su 24, a turni: «Il personale imbarcato ha ottenuto il brevetto di soccorritore acquatico di primo livello, che si ottiene dopo aver seguito un corso di otto settimane in cui si impara a condurre l’imbarcazione, oltre che a far fronte a situazioni di emergenza come la ricerca di dispersi, il loro recupero e l’eventuale applicazione delle cosiddette “tps”, cioè tecniche di primo soccorso, per il mantenimento dei parametri vitali».«Se, come ci è stato garantito, la barca arriverà ai primi di marzo, noi a maggio potremo già essere operativi». La nuova imbarcazione è già stata rodata: «Da un anno la stanno testando nei maggiori porti marini, come La Spezia e Cagliari, sono in corso le ultime rifiniture ad Adria (Rovigo) dove alcuni dei nostri istruttori l’hanno già provata».È una bella conquista per il distaccamento di Bardolino che, lo scorso anno, ha effettuato un totale di 484 interventi a terra, più 84 proprio a cura del presidio nautico, tra questi 21 soccorsi a persone, 12 incidenti sul lavoro, due salvataggi persone e un salvataggio animale, un recupero salme e due recuperi animali morti.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video