venerdì, Marzo 1, 2024
HomeAttualitàImmigrati in pullman alla scoperta del lago «per comprendere anche la
Iniziativa del Centro turistico giovanile, il presidente Pasquali ne spiega il significato

Immigrati in pullman alla scoperta del lago «per comprendere anche la

È prevista per domenica una prima visita guidata in pullman sul , a Lazise, San Vigilio, Torri e Peschiera, per far conoscere questa realtà a cittadini immigrati, dal punto di vista ambientale e culturale. Si tratta di un progetto del Ctg, centro turistico giovanile, sostenuto dal Centro servizi volontariato della Provincia, che propone ai cittadini extracomunitari, affiancandosi ai corsi di lingua italiana che sono svolti a livello scolastico dai Centri territoriali permanenti di Verona, di iniziare un percorso di conoscenza di alcuni aspetti dell'ambiente e della cultura veronese, in modo da sviluppare la comprensione e l'integrazione tra popoli e culture diverse. «Sempre più numerosi sono gli immigrati extracomunitari presenti a Verona e in provincia, giunti in cerca di lavoro e di migliori condizioni di vita. La maggior parte di essi non conosce la realtà ambientale, storica, artistica e tradizionale del territorio veronese e la cultura di chi lo abita», spiega il presidente del Ctg Angelo Pasquali. «Nel prossimo mese di maggio verranno organizzate alcune conferenze e distribuiti tra gli immigrati opuscoli e libri sulla conoscenza del territorio veronese, concluse da uscite e domenicali in diversi ambienti della città e provincia dal lago di Garda alla Bassa veronese, in modo da far conoscere agli immigrati le varie realtà non solo ambientali, storiche, artistiche e folcloristiche ma anche associative e culturali veronesi». Gli incontri si tengono nella sede del Centro turistico giovanile a Verona in via Santa Maria in Chiavica 7, mentre le visite guidate in pullman sono di domenica. «Abbiamo sottoscritto una convenzione tra i Ctp Aosta-Fava e Ariosto dell'ottavo circolo con il Ctg per questo innovativo rapporto formativo che porterà a far conoscere ai cittadini extracomunitari aspetti importanti dell'ambiente e della cultura del territorio veronese», annuncia la professoressa Maurizia Rinoldi, referente del Ctp per il progetto «la finalità dell'iniziativa è quella di una migliore accoglienza ed integrazione sociale dei cittadini extracomunitari». Il progetto è iniziato con l'adesione di una cinquantina di partecipanti, giovani e famiglie, provenienti dall'America del Sud, dall'Africa, dall'Asia e dall'Europa orientale che domenica inizieranno a conoscere il lago non solo sotto l'aspetto turistico ma anche sociale, culturale e storico artistico.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video