giovedì, Aprile 25, 2024
HomeAttualitàIntascati gli incassi comunali: sequestrati 60 mila Euro

Intascati gli incassi comunali: sequestrati 60 mila Euro

Disposto il sequestro sui conti correnti bancari personali di due dipendenti comunali indagati dal giudice Ardito: il conto di Mauro Antonelli già ai domiciliari da fine settembre e di Gianatonio Fontana. Quest’ultimo era l’incaricato dal Comune di Lazise di riscuotere gli incassi, tutte monetine, revenienti dai parcometri dislocati nei parcheggi del centro storico.

L’autorità giudiziaria ha sequstrato cautelativamente un importo di circa 60000 euro, l’importo presunto che l’addetto incassava dalle colonnine dei parcometri nei fine settimana estivi. Le stesse pare venissero spente il venerdi sera e venivano riaccese il lunedi mattina. In questo lasso di tempo tutti gli incassi non venivano quindi registrati e la loro destinazione al momento, stante le indagini condotte dai carabinieri, non hanno un riscontro di avvenuto allibramento alle casse comunali. I fatti risalgono al 2013.

Indagato dalla procura delle Repubblica di Verona risulta ora essere l’addetto a tele servizio.

Nel corso delle indagini il PM si è anche avvalso di un perito che avrebbe confermato le incongruenze contabili rilevate dai carabinieri di Lazise in collaborazione con la polizia locale.

Da qust’anno, alla luce dei fatti emersi, la gestione della raccolta e contazione delle monete intrioitate dai parcometri disseminati nei vari parcheggi lacisiensi è stata affidata ad una azienda specializzata esterna i cui costi evedentemente gravano sugli incassi, a detrimento della casse comunali.

Serpeggia tra la gente, con voci non controllate, che il Fontana fosse solito offire ad alcuni commercianti della piazza una sorta di “servizio di cambia – monete”, ovvero consegnare monetine contro la corresponsione del pari importo in cartamometa, senza comunque nessun aggravio per la “ cortesia”.  Del corrispettivo in cartamoneta, a fronte degli scambi intervenuti, pare che gli inquirenti non abbiamo rilevato traccia.

Anche questa situazione è al vaglio dei militari dell’Arma che comunque mantengono il segreto istruttorio.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video