domenica, Giugno 16, 2024
HomeAttualitàLa Casa di riposo si prepara a ripensare il proprio ruolo
In pista un progetto di ampliamento e riorganizzazione dell’ente

La Casa di riposo si prepara a ripensare il proprio ruolo

La casa di riposo Fratelli Beretta è una istituzione di pubblica assistenza e beneficenza, sorta ad inizio secolo con lo scopo di offrire assistenza agli anziani. Attualmente svolge attività di casa di riposo per 45 ospiti. Ultimamente si è posta al centro di una approfondita riflessione, per aggiornare il proprio ruolo alle sfide del presente e dell’immediato avvenire, a partire dall’utenza: la popolazione anziana di Padeghe. A seguito dell’apprezzato radicamento nel tessuto territoriale e in risposta alla crescente e articolata domanda di servizi non più di semplice custodia ed assistenza, intende accreditarsi come un’istituzione sociale innovativa ed aperta alle mutate esigenze della popolazione. A questo scopo si è provveduto all’analisi dei fabbisogni della popolazione anziana di Padenghe ed è stato predisposto lo studio di fattibilità di un progetto di riadeguamento, ampliamento e trasformazione strutturale. In quest’ultimo decennio, Padenghe ha assistito ad un massiccio incremento della propria popolazione anziana in ragione del diffuso invecchiamento della popolazione locale, ma anche della favorevole posizione climatica del territorio lacustre che ha favorito l’espansione di nuovi insediamenti abitativi con presenze stabili di pensionati provenienti da altri territori. A questo fenomeno si aggiunge il consistente flusso turistico, anche di lungo periodo, da parte di pensionati e anziani che espongono peculiari domande di servizio. In precedenza il tessuto sociale del paese si fondava sul modello solidaristico della famiglia che provvedeva all’assistenza degli anziani e raramente o in casi estremi ricorreva all’ente pubblico. Attualmente le mutate condizioni sociali e lavorative della famiglia, unite al consolidamento del modello culturale urbano, peraltro interiorizzato dagli stessi anziani, hanno convogliato verso le pubbliche istituzioni la crescente domanda di assistenza e di protezione sociale. Si è proceduto ad una ricognizione accurata della situazione degli anziani e delle risorse strutturali nel territorio. Questi gli obiettivi da conseguire. Sviluppare innanzitutto adeguate abilità di osservazione dell’anziano (a livello individuale e collettivo) con riferimento al suo mondo vitale, ai suoi bisogni, disagi, alle sue aspettative, in particolare alla gestione e alla qualità delle relazioni instaurate nella struttura. Segue la promozione e sviluppo delle capacità di auto-analisi dei propri atteggiamenti e comportamenti relazionali verso i colleghi e verso gli anziani al fine di individuarne limiti e potenzialità. Da non tralasciare è l’accrescimento del clima e delle capacità di collaborazione tra colleghi e di compartecipazione attiva, processo di innovazione organizzativa dell’ente. Obbiettivi necessari sono pure l’accrescere la qualità della convivenza comunitaria nella struttura, promuovendo un clima di accoglienza e di serenità.

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video