giovedì, Aprile 25, 2024
HomeAttualità«La rata» difendela passeggiata a lago
Associazione in campo con il Comune. «Gli albergatori pensano solo ai loro interessi e privilegi»

«La rata» difendela passeggiata a lago

I cittadini di Fasano, frazione di Gardone Riviera, riuniti nella Associazione «La rata», che è un punto di riferimento della comunità (organizza manifestazioni estive, assemblee pubbliche, ecc.), intervengono a favore della nuova passeggiata a lago, i cui lavori, iniziati in questi giorni, sono fermi in attesa di un chiarimento con la Soprintendenza.«Nelle ultime settimane – affermano il presidente Domenicangelo Freri e i componenti del direttivo, che hanno approvato un documento e affisso manifesti – è in corso un’offensiva da parte degli albergatori, con l’evidente scopo di ostacolare l’inizio dei lavori del tratto a lago che, dal Bellariva, congiungerà via del Portizzolo».Sono 220 metri, con una larghezza di due, finanziati per 600 mila euro con la legge Obiettivo Due: 240 mila a fondo perduto, il resto da restituire in 20 anni senza interessi. La passerella, in calcestruzzo, poggerà su pali infissi nel fondale, che la Edilquattro (l’impresa di Manerba ha ottenuto il subappalto dalla srl Elinda di Boretto, vincitrice dell’asta) ha già provveduto a sistemare.Il progetto prevede anche la riqualificazione della zona, con l’illuminazione, la pavimentazione in cubetti di porfido, ciottoli, lastre di pietra rossa e marmo Botticino, l’arredo, la sistemazione dell’attracco della Navigarda nel porticciolo, la sostituzione delle tubazioni dell’acquedotto, l’interramento dei cavi (energia elettrica, telefoni).«Gli albergatori sostengono che potrebbe essere compromessa in maniera pesante l’attività turistica del paese, con la violazione della privacy degli ospiti e ripercussioni ambientali gravi – proseguono i cittadini -. In realtà nascondono la difesa di interessi e privilegi. Proprio loro non risparmiano aspre critiche all’amministrazione comunale, poi sono i primi a boicottare i segnali di riqualificazione del territorio. I pochi albergatori e i privati fronte lago non devono attribuirsi diritti che non hanno: il lago è di tutti, e non solo di quanti soggiornano nelle loro strutture».«Mentre noi siamo stati a guardare – aggiungono -, altri comuni più lungimiranti hanno investito cospicue risorse, riscontrando il favore dei residenti e non. Gargnano, Toscolano Maderno, Salò, Moniga, Rivoltella, ecc., hanno sviluppato negli ultimi tempi chilometri di passeggiate a lago, valorizzando e restituendo alla collettività la parte migliore del territorio. In una frazione come Fasano, già duramente provata dalla chiusura del S.Corona, l’ospedale per cardiopatici, con ricadute devastanti sull’economia del paese, la passeggiata in questione e il collegamento verso Maderno costituiranno sicuramente un primo incentivo per il rilancio delle attività ricettive e commerciali. Quanto al porticciolo Bellariva, dovrà rimanere completamente pubblico».

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video