venerdì, Giugno 21, 2024
HomeAttualitàL'appello dell'Avis: giovani fatevi avanti
Dopo il successo della serata promozionale al Casinò, il vicepresidente Nicola Giuliani fa un bilancio di fine anno Nel Basso Sarca «solo» 1200 iscritti. Nel 2003 più di 600 donazioni

L’appello dell’Avis: giovani fatevi avanti

C’era il pubblico delle grandi occasioni alla serata organizzata nei giorni scorsi al Casinò dalla sezione Avis di Arco. Più di 350 persone tra soci e simpatizzanti hanno assistito al concerto del gruppo roveretano “Sing the glory” che ha canta musica gospel e spirituals per un’ora e mezzo, trascinando la platea a partecipare con battiti di mano e cori.l motivo della serata però non era solo l’intrattenimento. Prima del concerto hanno parlato l’assessore alle attività sociali del comune Valerio Costa e il vice presidente dell’Avis Nicola Giuliani con l’intento, scrive lo stesso Giuliani, di «entrare nel cuore della gente, farla riflettere sulla necessità di essere disponibili nell’aiutare gli altri in questa civiltà che corre e che si lascia tutto alle spalle», e soprattutto per promuovere nuove adesioni.«La donazione di sangue – prosegue il vicepresidente della sezione – è un atto generoso e altruista, colmo di significati. Pensare che nella zona del Basso Sarca ci siano “solo” 1200 donatori su circa 30mila residenti, mi fa un po’ riflettere. Sicuramente non riusciamo a propagandare il nostro messaggio a tutti i livelli sociali. Ma contiamo che con il vecchio e sempre utile passaparola si possa risolvere questo problema. Mi rivolgo ai padri, alle madri, ai nonni, agli zii: parlate con i vostri figli e nipoti della nostra associazione e invitateli a contattarci, perché forse dell’Avis non hanno mai sentito parlare. La scelta poi sarà loro e personale. La donazione di sangue infatti è un gesto volontario ma anche di grande responsabilità. Inoltre l’Avis di Arco ha fatto tre donazioni distinte ad altrettante associazioni che si occupano di solidarietà. Padre Mariano Prandi, missionario comboniano in Uganda, suor Elisa Ischia delle suore comboniane in Togo e il presidente dell’associazione Api.Bi.Mi che si occupa di adozioni di bambini in Brasile, hanno ringraziato noi ed indirettamente tutti i donatori per l’aiuto». Nicola Giuliani conclude affermando che il 2003 è stato abbastanza positivo per l’Avis: le donazioni si sono mantenute sullo stesso numero dell’anno scorso, più di 600, mentre c’è stato un calo nel numero di nuovi iscritti (una decina in meno). Si spera quindi di riprendere quota nel corso del 2004: per iscriversi alla sezione Avis di Arco è necessario telefonare al numero 0464.531698 ed eventualmente lasciare il nominativo con l’indirizzo completo. Verrà spedita direttamente a casa la domanda di adesione che deve essere ritornata all’Avis all’indirizzo:piazza Marchetti, 5, 38062 Arco (Tn).

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video