lunedì, Febbraio 26, 2024
HomeAttualitàLavori in corso per l’estate: attesa continua per il Lido
La struttura del Comune sarà a disposizione solo tra un anno

Lavori in corso per l’estate: attesa continua per il Lido

Nonostante manchino ancora più di tre mesi all'inizio dell'estate, l'Amministrazione comunale di Padenghe ha già iniziato il lavoro per accogliere al meglio il consistente numero di turisti che ogni anno invade il paese gardesano, con la promozione di opere pubbliche e il rinnovamento delle strutture ricettive. Da alcuni mesi sono in corso i lavori alle fognature. Un'opera che, oltre ad aggiornare la rete del paese, contribuirà a risanare la situazione delle due spiagge di Padenghe, Santa Giulia e Porto, che da un paio d'anni a questa parte vengono sistameticamente bocciate dall'Asl di Brescia, che ne vieta la balneazione. Inoltre, dalla prossima stagione, il Comune di Padenghe inaugurerà lo scalo del porto comunale, di recente inserito nel sistema di trasporto della , e provvederà a un totale rinnovamento dell'edificio situato in località Lido, una delle spiagge più frequentate del . La struttura, che fino a una ventina di anni fa ospitava un bar e un piccolo albergo, durante gli anni '80 fu sottoposta a lavori di restauro e di ampliamento da parte dell'Amministrazione Bazzoli. I lavori, proseguiti con difficoltà a causa di problemi di ordine burocratico, furono completati solo sul finire di quel decennio. Da allora, nella gestione dell'immobile, si sono susseguite attività di diversa tipologia: bar, gelaterie e pizzerie, ma anche discoteche e night club si sono divisi i locali del Lido. E non sempre l'amministrazione è stata professionale. Da un paio di stagioni a questa parte l'edificio è occupato da un ristorante, da un fast food e da una discoteca di lap dance, su cui ora pendono cause di sfratto. «È nostra intenzione,- spiega il sindaco di Padenghe, Giancarlo Allegri – liberare tutta quanta la struttura dalle attuali gestioni che, a nostro giudizio, si sono rivelate incapaci di valorizzare in modo adeguato l'edificio del Lido e il contesto in cui è inserito. Con il ristorante abbiamo vinto la causa e stiamo già provvedendo a sgombrare le sale, mentre il fast food e il night, a cui il Tribunale di Brescia ha intimato di lasciare i locali entro la fine di gennaio di quest'anno, per legge hanno ancora il tempo per ricorrere in appello». Tutto ha avuto inizio quando, successivamente alla conclusione delle opere di restauro, sorse il problema riguardante le modalità di gestione dell'immobile. Allora si era pensato di affidare a una società; la quale, a sua volta, subaffittò ad altri esercizi. «L'attesa dovuta ai tempi burocratici – continua Allegri – ci consentirà di avere la totale disponibilità dell'immobile solo a partire dall'estate del 2004. Per allora dovremo decidere se vendere l'edificio o se tenerlo. In quest'ultimo caso, è indubbio che, proprio per evitare di cadere nello stesso errore di tanti anni fa, daremo l'incarico a quel gestore che sappia assicurarci di lavorare in modo consono alla destinazione turistica dell'immobile». «In questo modo – prosegue Allegri – la struttura potrà diventare un importante punto di attrazione, nonchè un polo turistico di qualità. Anche perché credo che la sua posizione che si affaccia direttamente sulla spiaggia, la dotazione di un ampio parcheggio nonchè di una terrazza panoramica da cui si può ammirare tutta l'insenatura del golfo che porta fino a Sirmione, siano requisiti più che sufficienti per esserlo».

Articolo precedente
Articolo successivo
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video