domenica, Maggio 26, 2024
HomeAttualitàLe Terme pensano al fitness
Il progetto Aquaria, nove milioni di euro di investimento nei prossimi due anni. Novanta terapie verranno erogate nel centro del benessere

Le Terme pensano al fitness

Oltre 90 terapie dedicate al fitness, alla salute ed alla forma psico-fisica, uno dei più grandi centri di benessere che finora abbiano mai visto la luce sulle rive del Garda. Sta per nascere nel cuore di Sirmione, parte in alcuni locali dismessi dello stabilimento Catullo e parte all’aperto tra l’ingresso e la banchina del lago. «Entro l’estate contiamo di inaugurare questo nuovo centro battezzato Aquaria – dichiara il consigliere delegato della società Terme, Filippo Ferné – per poi completarlo definitivamente nel 2004. Con la nuova struttura, il cui investimento si aggira sui 9 milioni di euro in due anni, contiamo di accogliere almeno 1000 persone al giorno e, a pieno regime, almeno 100 mila presenze in un anno». Che sia una scommessa coraggiosa per la società di piazza Virgilio è dire poco, forse. Perchè, dopo aver avviato per prima dieci anni fa la strategia di allungamento della stagione, tenendo aperti anche in inverno lo stabilimento termale e i suoi albeghi del centro storico mentre il testo della penisola sprofondava in letargo, adesso le Terme di Sirmione tentano il colpo grosso. Il loro Aquaria, infatti, è destinato a restare aperto tutto l’anno, senza pause. E questo dovrà per forza agire da traino per le altre attività ricettive e commerciali che, in inverno, hanno sempre chiuso battenti, salvo qualche rara eccezione negli ultimissimi tempi. Aquaria si estenderà su una superficie coperta di 3.500 mq., su 6.500 all’aperto (il parco) e su ben 900 mq. di acqua termale. In totale oltre 10 mila mq. segnati da piscine, idromassaggi, percorso vascolare, spiagge attrezzate interne d esterne, sauna, bagni turchi, palestre, sale relax, grotta e angolo per bimbi. Nella struttura troveranno lavoro circa una quarantina di persone, tutte qualificate professionalmente tra medici estetisti, massaggiatori, trainer, medici termali, addetti alla reception. «Puntiamo – ha sottolineato ancora Fernè che all’incontro con la stampa era in compagnia con il prof. Roberto Gualtierotti – ad occupare quegli spazi vuoti presenti nella lunga stagione turistica di Sirmione e a garantire di conseguenza una nuova opportunità agli albergatori ed ai commercianti». Con Aquaria, per Gualteriotti (consulente delle Terme e direttore di Medicina Termale alla Scuola di Medicina Estetica di Milano), si intende lanciare «un forte messaggio verso la prevenzione alle terme, un concetto finora lasciato in cantina a vantaggio della cura e della riabilitazione. I benefici dell’acqua sulfurea salsobromoiodica ipertermale, ricca di elementi preziosi per la salute e la bellezza, si sommano agli effetti positivi del clima salubre delle zone in cui le terme sono dislocate». Dicevamo che sono oltre 90 ipercorsi dove rilassarsi, rigenerarsi e guarire addirittura, eccola una curiosità, perfino dalla meteopatia, ovvero chi soffre di disturbi derivanti dal mutare del tempo. Una ricerca, ha sottolineato infatti Gualtierotti, ha permesso di scoprire il centro di termoregolazione del corpo proprio con i benefici termali. Già da quest’anno sarà possibile prenotare attraverso gli alberghi e, nel 2004, anche on line.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video