lunedì, Maggio 27, 2024
HomeSportLo svedere Petter Restorp è il re di Garda Trentino Trail Extra

Lo svedere Petter Restorp è il re di Garda Trentino Trail Extra

Il corridore svedese Petter Restorp si è affermato come il campione della prima edizione della Garda Trentino Trail Extra. Ha attraversato da solo il traguardo poco prima di mezzogiorno, completando l’arduo percorso di 154 km in meno di 24 ore. Il suo arrivo ha suscitato entusiasmo ed emozione tra gli spettatori ad Arco, aprendo la strada ai 1.500 atleti che hanno preso parte all’ottava edizione della Garda Trentino Trail, la quale si concluderà domani con la Garda Trentino Run, una corsa di 11 chilometri.

Il debutto del GTT Extra è stato il momento clou dell’edizione 2023, con la partecipazione del talentuoso atleta svedese del Team Sportiva, che è tornato ad Arco con un tempo impressionante di 23 ore, 54 minuti e 1 secondo. Lungo il percorso, Restorp ha affrontato oltre 10.000 metri di dislivello, scalando le vette che circondano il Garda Trentino, tra cui il Monte Stivo, il Monte Altissimo, la Punta Larici, le colline di Tremalzo, la Cima Vies, la Bocca di Trat e il Monte Calino. Si è cimentato in questa incredibile avventura quasi interamente da solo, allontanandosi sempre di più dagli inseguitori dopo aver lasciato la seconda base vita a Torbole, che si trovava poco oltre la metà della gara. Al traguardo vantava un vantaggio di oltre un’ora rispetto agli avversari. Sul podio lo hanno accompagnato Alexander Rabensteiner dall’Alto Adige (+1 ora, 16 minuti e 28 secondi) e Marco Gubert dal Trentino (+1 ora, 45 minuti e 48 secondi), entrambi ideatori e progettisti del GTT Extra.

“La più bella arrivo della mia vita”, sono state le parole del 46enne atleta svedese, originario di Chamonix. Restorp, che ha raggiunto il podio del Tor des Geants nel 2021, è abituato a competere in grandi competizioni. Tuttavia, l’accoglienza ricevuta ad Arco dopo quasi 24 ore di battaglia contro la pioggia, la nebbia e il vento ha colpito profondamente, regalando intense emozioni a un grato Restorp. Mentre l’atleta lituana Monika Mile è ancora in gara e si prevede che arriverà durante la notte, il pomeriggio ad Arco ha visto il traguardo dei partecipanti della Garda Trentino Trail principale (62 km con 3.700 metri di dislivello), del Ledro Trail (44 km con 2.400 metri di dislivello) e del Tenno Trail (30 km con 1.600 metri di dislivello).

In questa edizione, che ha introdotto la novità dell’UltraTrail, la Garda Trentino Trail si è rivelata più internazionale grazie alle vittorie del francese Gautier Bonnecarrere nella GTT (6 ore, 16 minuti e 6 secondi) e dello spagnolo David Rovira nel Tenno Trail (2 ore, 23 minuti e 2 secondi). Entrambi provenienti dai Pirenei, questi atleti hanno lasciato il segno, con Rovira che ha scelto di intraprendere la carriera di fisioterapista a Bologna. Anche nella gara femminile del Tenno Trail c’è stata una vincitrice straniera, la tedesca Kim Strohmann (2 ore, 52 minuti e 16 secondi), mentre Laura Barale da Torino si è aggiudicata la gara più lunga con un tempo di 7 ore, 42 minuti e 45 secondi. Nella competizione del Ledro Trail, la vittoria è andata all’altoatesina Birgit Stuffer (5 ore, 27 minuti e 21 secondi), che è stata accolta dal suo amico Alex Rabensteiner. Nella gara maschile, il vicentino Michele Meridio (4 ore, 9 minuti e 15 secondi) ha trionfato, annunciando il suo ritorno nel 2024 con l’obiettivo di abbattere il muro delle quattro ore.

Gli atleti hanno unanimemente elogiato l’organizzazione impeccabile che ha preparato i sentieri e i punti ristoro. In particolare, l’attenzione si è concentrata su Christian Modena, originario di Trentino, che in questa occasione non è arrivato tra i primi nel Ledro Trail (12º posto), ma si è dedicato a tempo pieno fino a tarda notte di venerdì ad accogliere e ristorare gli atleti che partecipavano al GTT Extra al punto vita di Mori.

Nonostante la pioggia e le condizioni meteorologiche poco favorevoli, l’impegno del comitato organizzatore, guidato dal presidente Matteo Paternostro, è stato premiato. Paternostro è rimasto alla guida dell’organizzazione per tutta la notte, pronto a risolvere qualsiasi problema. Fortunatamente, tutto è andato liscio, nell’attesa che anche gli ultimi partecipanti del GTT Extra completino la loro fatica. I loro arrivi sono previsti per domenica, intorno a mezzogiorno. Questa prima edizione del GTT Extra ha segnato l’inizio di una nuova era emozionante per la gara nel suggestivo scenario del Garda Trentino. Le parole di Restorp, “Il più bello arrivo della mia vita, non sono mai stato accolto così calorosamente. Abbiamo trovato vento e nebbia, sia sull’Altissimo che sullo Stivo, ma abbiamo corso su un percorso straordinario. Mi sono fermato a scattare qualche foto e ho preso nota di alcuni punti che vorrei esplorare meglio. È stata una gara dura, ma la temperatura alla fine è stata sempre perfetta per correre. Non avere un percorso segnato ha reso ancora più importante la concentrazione. Ora devo recuperare un po’ di energie, ma volevo godermi fino in fondo gli applausi. È una gratificazione dopo uno sforzo così intenso”, ci danno appuntamento anche per la giornata di domani, quando verranno decretate tutte le classifiche dell’edizione 2023 della Garda Trentino Trail.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video