sabato, Febbraio 24, 2024
HomeAttualità"Nativi digitali": bello e rischioso!

“Nativi digitali”: bello e rischioso!

Uso corretto uso dei mezzi di comunicazione. Dal telefonino ad Internet, allo samrt-phone, per passare dal Tablet a WahtsApp.

E’ questo il tema dell’incontro promosso dal Centro Giovanile parrocchiale, in sintonia con la parrocchia dei SS. Zenone e Martino, con il patrocinio del comune, che si terrà il 18 marzo, alle 20,30, nel salone del centro giovanile in via Balladoro 2, con questo titolo: I nostri ragazzi, nativi digitali, navigano in libertà con Internet e smart-phone. Bello e rischioso.”

“L’idea è nata all’interno del gruppo di catechiste che stanno preparando i ragazzi per il sacramento della Cresima – spiega Stefano Marai  e lo scopo dell’incontro è quello di coinvolgere quanti più ragazzi e genitori ad un uso corretto dei più moderni strumenti di comunicazione. E da polizotto quale sono – continua Marai – ho contattato l’ufficio della Polizia Postale di Verona per coordinare l’evento. E da parte loro c’è stato un immediato riscontro positivo, tanto è vero che ci hanno anche condiviso l’idea di affiancare una psicologa clinica e criminologa.”

Il relatore per la parte delle implicanze legali e postali sarà Devis Rodegher, esperto della polizia postale che ha già più volte trattato l’argomento anche nelle scuole della provincia. Affiancata a lui ci sarà la dottoressa Arianna Dilonardo che analizzerà l’aspetto psicologico del tema in questione.

“Riteniamo che l’argomento debba essere divulgato e sostenuto – spiegano i responsabili del centro giovanile – perché è attualissimo, soprattutto per i ragazzi in età adolescenziale. Ed il tandem ragazzi-genitori è imprescindibile.”

Sergio Bazerla

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video