giovedì, Aprile 18, 2024
HomeAttualitàNelle banche tesoro da primato
Ricerca Unicredit sulla ricchezza finanziaria della comunità locale. Impieghi cresciuti del 153%, uno sportello ogni 832 abitanti

Nelle banche tesoro da primato

In occasione dell’inaugurazione dell’agenzia di Unicredit Banca (ne abbiamo riferito nell’edizione di ieri, ndr), è stata diffusa una ricerca sulla ricchezza finanziaria di Salò. Dal ’98 al 2005 i depositi hanno avuto un’impennata del 45%, passando da 99 milioni a 144 milioni di euro. Considerando che i residenti sono 9.990, il valore medio è di 16.365 euro pro-capite. Di gran lunga superiore la crescita degli impieghi, cioè le somme finanziate dagli istituti di credito a privati e aziende con l’accensione di mutui. Sono passati da 90 milioni a 228,5, con un incremento del 153%. Con l’apertura del 12° sportello (nel ’98 le agenzie erano sette), il Comune ha una densità di uno ogni 832 abitanti, molto più alta rispetto alla media dell’intera provincia di Brescia, che è di uno ogni 1.312, preceduta, in Lombardia, da Cremona (1/1.273) e dalla capolista Mantova (1/1.194). Milano è soltanto ottava, con uno ogni 1.551.«Le attività presenti a Salò – sottolinea la ricerca – sono 1.205, di cui 1.122 imprese e 83 enti pubblici. Possiamo definirla la città dei servizi, dato che le società del terziario sono 489, il 41% del totale. Al secondo posto le commerciali (369, pari al 31%). Leggermente staccato il comparto industriale/artigianale (264, cioè il 22%). All’ultimo le agricole. Più di un terzo degli occupati (1.782 su 4.630, equivalenti al 39%) si trova all’interno dei servizi. Seguono l’artigianato (1.160 addetti, il 25%) e il commerciale (889, cioè il 19%)».Per quanto riguarda le 83 istituzioni, «sebbene occupino il 6,9% delle attività totali, danno lavoro a 799 addetti, il 17%, con una media di 9 occupati per unità. Il numero scende a quattro addetti nell’artigianato, mentre i servizi e il commercio registrano valori ancora inferiori, con una media rispettivamente di tre e due».«La scelta di aprire a Salò – ha spiegato Ettore Bersani, direttore d’area di Unicredit – è un’ulteriore conferma del buon tasso di sviluppo di quest’area, che conta una rilevante presenza di realtà imprenditoriali di piccole e medie dimensioni, spesso a conduzione familiare. Salò rappresenta un centro di interesse turistico di primaria importanza, un polo gravitazionale per gli affari economici, commerciali e occupazionali, soprattutto in ragione della sua ideale collocazione geografica. È inoltre ai primissimi posti nella graduatoria dei comuni italiani per reddito e qualità della vita».Paolo Zambelli Bais è il direttore regionale: «Questa agenzia – rileva Zambelli Bais – è la nostra 28ª in provincia di Brescia. In Lombardia siamo presenti con 256 sportelli e 27 centri piccoli imprese, 2.175 i dipendenti, e più di 530 mila i clienti».

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video