sabato, Giugno 22, 2024
HomeManifestazioniAvvenimentiOggi si decide sulla viabilità dell'alto Garda
È arrivato il momento delle decisioni per la viabilità dell'Alto Garda. Nel senso che bisogna dare una risposta definitiva alla Provincia soprattutto sulla cosiddetta Rovereto-Riva e in particolare sul dilemma "tunnel corto o lungo)".

Oggi si decide sulla viabilità dell’alto Garda

È arrivato il momento delle decisioni per la viabilità dell’Alto Garda. Nel senso che entro oggi – come conferma il vicesindaco di Riva Pietro Matteotti – bisogna dare una risposta definitiva alla Provincia soprattutto sulla cosiddetta Rovereto-Riva e in particolare sul dilemma (tunnel corto o lungo) che da tempo sembra dividere i principali comuni del Basso Sarca. Non è un caso che questa sera, alle 19.30 a Riva, presso la sede dell’Unione sia fissato un incontro tra il coordinamento imprenditori, gli amministratori locali, il presidente della giunta provinciale Dellai e i tecnici. Così come non è una coincidenza il fatto che ieri sera fosse in programma un analogo incontro (senza Della!) per cercare una “linea comune”. Già, perché non più tardi di ieri pomeriggio Riva ed Arco, stando alle dichiarazioni rispettivamente del vicesindaco Matteotti e del sindaco Veronesi, non sembravano sullo stesso binario.Matteotti ribadisce quanto detto alcune settimane fa: “Sul tunnel lungo abbiamo cambiato idea perché non possiamo permettere che il problema della viabilità rimanga senza soluzioni o chi si vada verso l’ennesimo, pericoloso, rinvio. C’è infatti il rischio più che fondato che di fronte ai tentennamenti dei comuni del Basso Sarca la Provincia dirotti altrove i finanziamenti. E per il futuro dei nostri collegamenti questa sarebbe la mazzata finale”. Franco Gamba, degli imrenditori invece conferma la contrarierà al tunnel corto. “Perché non risolvere adeguatamente il problema visto che abbiamo atteso tanti anni? Non si tratta affatto di far perder tempo: figurarsi, siamo noi, e rappresentiamo 3800 aziende della zona, i primi a spingere perché si chiuda finalmente il cerchio. Ma occorre trovare anche una soluzione giusta dal punto di vista tecnico e credo .che questa alternativa esista”. Sulla stessa frequenza d’onda anche il sindaco di Arcò Veronesi. Che ieri ha sottolineato la “forti perplessità” rispetto al progetto proposto dalla Provincia, mentre nei giorni scorsi il vicesindaco Prandi aveva espresso un secco no a quelle che definitiva “ingiustificabili imposizioni”.Fatto sta che questa sera a Dellai – a meno che l’incontro non salti all’ultimo minuto – gli amministratori dell’Alto Garda dovranno fornire un quadro omogeneo, più semplicemente un sì o un no a determinate proposte. Prevarrà la linea rivana del “meglio quello che passa il convento subito piuttosto che tutto resti tale e quale per altri vent’anni” o quella arcense che punta al tunnel lungo senza mediazioni?

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video