sabato, Giugno 15, 2024
HomeRubricheStoria del GardaPozzolengo, antico centro religioso
Molte le testimonianze, compreso un documento nei Musei Vaticani, che provano la sua importanza

Pozzolengo, antico centro religioso

Pozzolengo fin dagli albori del primo secolo dopo la nascita di Gesù è sempre stato un centro di aggregazione religiosa.

Chi visita i Musei Vaticani, può ammirare in una sala (purtroppo non so quale) un dipinto che raffigura la zona che comprende le tre città di Brescia, Mantova, Verona. Ebbene, al centro in grande, più grande anche delle città prima menzionate, come centro religioso spicca il nome di Pozzolengo. E tante solo le testimonianze a supporto di questo. In primo luogo l’ Abbazia di San Vigilio risalente nientemeno che al 1104. Ora, la si sta restaurando dopo anni di degradante oblio.

Nelle immagini: le Chiese di San Vigilio, del castello, del Cimitero napoleonico e interni della Chiesa di Sant’Anna

Molto antica, pare addirittura fosse sorta sulle rovine di una “Amansio Romana“ (posto di ristoro per le Legioni Romane che percorrevano la Via Gallica dirette in Francia e Germania) una Chiesa dedicata a San Giacomo (appunto patrono dei viandanti) e che sia stata la prima Chiesa Parrocchiale del primo nucleo abitato di Pozzolengo. Purtroppo è stata demolita negli anni sessanta. Così come è stata demolita quella dedicata a San Giuseppe che sorgeva in Via Mazzini. Ora nell’area dove sorgeva un piccolo giardino c’è un piccolo parcheggio, ma pare che sotto ci siano ancora alcune tombe contenenti le spoglie di Frati.

Quasi a ridosso all’area dove sorgeva la Chiesa di San Giuseppe, una grande dimora di proprietà della famiglia Ambrosi, tanti secoli fa al posto della grande casa padronale sorgeva un Convento. Così come un convento, e se ne possono ammirare gli archi, era quello in Via Garibaldi ora casa di abitazione della Famiglia Targon.

Nell’antico Castello che sovrasta Pozzolengo ci sono ancora i resti di una Chiesa dedicata a San Lorenzo e della quale è rimasto intatto, a distanza di oltre seicento anni, l’Abside che riporta resti di dipinti risalenti al 1300.

Questa probabilmente fu la seconda Parrocchiale di Pozzolengo e su una acquasantiera ora all’ ingresso dell’ attuale Chiesa Parrocchiale in pietra vi è scolpito “ Feci fieri comuni di Pocelengo 1473”. Ecco, Pocelengo uno dei vecchi nomi del paese.

Nel 1530 fu costruita l’attuale Chiesa Parrocchiale dedicata a San Lorenzo che è anche il Patrono di Pozzolengo.

All’ inizio era piccola e semplice, poi nel 1740 fu ampliata a forma di croce, con una cupola che la fa rassomigliare ad una Basilica.

Contiene un prezioso Organo del bresciano Antegnati perfettamente funzionante, diverse tele preziose del Brusasorci e di Andrea Celesti pittore veneziano mandato in esilio a Gargnano per aver dipinto il Doge con le corna. Numerosi sono i suoi quadri in Provincia di Brescia e quello nella Parrocchiale di Pozzolengo raffigurante il Cristo deposto è stato commissionato dall’ allora Parroco di Gargnano, Don Luigi, appartenente ad una famiglia di Pozzolengo: Famiglia Midani.

Da ricordare anche la chiesetta in località Sant’Anna dedicata appunto alla Patrona delle partorienti.

Fino al 1881 era la cappella del piccolo cimitero sostituito poi dall’ attuale cimitero. Testimonianze ci sono poi alla Ceresa località di campagna con una chiesetta; ma anche lì esisteva una volta un Convento. Poi santelle sparse fuori e dentro il paese a ricordare i vari santi, la Madonna e Gesù. In definitiva Pozzolengo è stato nei secoli scorsi un Centro della Cristianità molto importante.

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video