giovedì, Aprile 25, 2024
HomeBreviRagazzina accoltellata: la lettera della dirigente contro la violenza

Ragazzina accoltellata: la lettera della dirigente contro la violenza

La direttrice del Cfp Scar di Roè Volciano, Camilla Lavazza, ha scritto una lettera agli studenti della scuola in seguito all’aggressione avvenuta di recente nella zona. La lettera è stata inviata come momento di riflessione collettiva dopo il fatto di cronaca che ha coinvolto due giovani ragazze.

Lavazza sottolinea l’importanza di fermarsi a riflettere su quanto accaduto e sulla reazione delle persone presenti. Nei video che hanno circolato si può vedere una violenza sconvolgente da parte dei presenti, che invece di chiamare il soccorso si sono limitati ad incitare e filmare l’aggressione.

La direttrice fa un appello ai ragazzi, ricordando loro che possono fare meglio. Non ci possono essere giustificazioni per chi era presente e non si è indignato davanti a un evento così grave. I giovani sono ormai adulti con diritti e doveri, capaci di scegliere se farsi trascinare dalla massa o essere individui pensanti in grado di rifiutare la violenza.

Lavazza mette in evidenza come la società stia perdendo sensibilità ed umanità, assuefatta dalla brutalità che ci circonda. Non bisogna abituarsi alla violenza e diventare indifferenti.

La direttrice invita gli studenti a riflettere su quanto accaduto, a parlare apertamente tra amici e soprattutto con le loro famiglie, che possono essere un punto di riferimento e un esempio da seguire. La scuola è presente e non li lascerà soli, perché credono nel loro valore e nei talenti che hanno da coltivare.

Lavazza conclude la lettera sottolineando l’importanza di trarre insegnamento da quanto accaduto. Bisogna tornare ad essere umani, costruire insieme una società migliore e non lasciarsi andare all’indifferenza. Ogni individuo può diventare un esempio positivo da seguire.

La direttrice esprime il desiderio di un futuro migliore per gli studenti, offrendo il sostegno della scuola nella crescita personale e culturale, ma ricorda loro che devono mettersi in gioco personalmente per raggiungere i propri obiettivi.

La lettera si conclude con un pensiero rivolto alla ragazza ferita, auspicando una pronta guarigione, e alle famiglie degli studenti, invitandoli ad aprire il cuore ed evolversi nella miglior versione di sé stessi.

La comunità scolastica è stata profondamente scossa dall’aggressione avvenuta vicino alla scuola, ma la direttrice assicura agli studenti che la scuola sarà sempre presente a sostenerli nella costruzione del loro futuro.

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video