giovedì, Giugno 13, 2024
HomeAttualitàServizi, lotta alla burocrazia
Il bilancio del professor Vittorino Zattoni, «giudice» per i cittadini da Salò a Tignale. Il difensore civico: «Comuni recalcitranti a fornire spiegazioni»

Servizi, lotta alla burocrazia

«Nel corso del 2003 molti cittadini hanno chiesto una forma di assistenza generica, solo per avere indicazioni generali o elementi di indirizzo, consigli ed interpretazioni – spiega il professor Vittorino Zattoni, difensore civico a Salò, Gardone Riviera, Toscolano Maderno e Tignale -. L’impegno maggiore si è registrato nel campo dei servizi e delle prestazioni, aree in cui gli abusi e i comportamenti anomali trovano in genere fertile terreno. Il cittadino si attende dal difensore civico ciò che non è riuscito a ottenere nelle sedi istituzionali: una convincente risposta al suo problema, che spesso io non sono in grado di dare perchè l’ente pubblico o i funzionari si limitano a un riscontro generico ed evasivo, o ricorrendo all’espediente di sostenere come il tema non sia di loro pertinenza. Nella grande maggioranza dei casi le ostilità vengono proprio dal recalcitrante apparato burocratico dei comuni che, a fronte di possibili e facili soluzioni, si dimostra refrattario e puntiglioso, frapponendo ostacoli, restrizioni, indifferenza. «Gli interventi nell’ambito dell’edilizia privata – prosegue nella sua relazione Zattoni – costituiscono un terzo dell’attività dell’ufficio. Per quanto riguarda i lavori pubblici, l’urbanistica e la viabilità, abbiamo risolto positivamente il 50% delle questioni. Elevato anche il numero delle pratiche relative al territorio e all’ambiente (tutela del paesaggio, inquinamento, costruzioni): rappresentano il momento centrale, per il crescente rilievo di questi settori, l’importanza che rivestono nelle esigenze quotidiane, le correlazioni tra i vari comuni e la pluralità delle fonti normative, con molte incertezze interpretative. Numerosissime le controversie tra i soggetti privati, che spesso sfociano in vicende di più ampia portata, originate talvolta dalle stesse amministrazioni municipali in sede di rilascio delle concessioni edilizie, con la clausola ‘fatti salvi i diritti dei terzi’. Talvolta le liti fra i cittadini sono rese più aspre da atteggiamenti omissivi dei comuni, oppure da comportamenti passivi nei confronti dell’uno e repressivi verso l’altro». Nel settore del paesaggio e dei servizi pubblici hanno avuto particolare evidenza i problemi della pianificazione territoriale, del recupero urbano, i nodi della depurazione e delle fognature (a Gardone anche la mancanza d’acqua nel periodo estivo). «Bisogna introdurre innovazioni regolamentari di natura storico-ambientale (per gli edifici, la difesa del patrimonio naturale, la conservazione dei centri storici e delle essenze tipiche) e integrativa, per una maggiore disciplina delle opere di urbanizzazione e la salvaguardia dei diritti dei terzi», sottolinea il difensore civico. Poche, invece, le lamentele nell’ambito dei servizi sociali. «I comuni – rimarca – perseguono obiettivi di qualità, e dedicano buona attenzione a questi problemi. Per alcune situazioni resto in attesa di conoscere le motivazioni di decisioni prese in difformità con i miei suggerimenti. Riguardano persone appartenenti alle fasce più deboli e i disabili». Nel settore privatistico, che non rientra nei compiti del difensore, aumentano i contrasti in materia di diritti reali (proprietà, servitù), eredità, condominio, contratti. Zattoni si limita a indicare l’interlocutore di pertinenza. Gli incontri sono stati 1.095 (a Salò 546, a Toscolano Maderno 406, a Gardone Riviera 105, a Tignale 38), contro i 683 del 2002, i 667 del 2001, i 564 dell’anno precedente, i 504 del 1999 e i 474 del ’98, quando iniziò l’attività. Una crescita continua. Media: 5,7 per ogni giorno di apertura (quattro alla settimana, per undici mesi all’anno). Estranei alla competenza: 277, pari al 25%. Risolti con uno o più colloqui: 642, cioè il 59%. Gli altri 176 (16%) hanno richiesto l’apertura di una pratica: il maggior numero ha riguardato l’urbanistica e la tutela dell’ambiente (33) e l’inquinamento ambientale (22).

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video