domenica, Luglio 21, 2024
HomeManifestazioniAvvenimentiSi allarga il regno delle due ruote
Riservata alle biciclette la strada che costeggia il convento

Si allarga il regno delle due ruote

Giorno dopo giorno le opportunità di muoversi senza grandi rischi per chi crede che l’uso della bicicletta rappresenti uno dei rimedi più efficaci per combattere i danni ambientali e i disagi provocati dal ricorso eccessivo che siamo quasi costretti a fare dell’automobile e del ciclomotore, si fanno più consistenti e confermano ad Arco il ruolo di città rispettosa della natura e della salute dei residenti e degli ospiti, che la scelgono per le vacanze nel verde.Ancor prima di diventare documento vincolante il piano della viabilità leggera ha trovato infatti attuazione per la creazione di un percorso protetto per i ciclisti, in questo caso particolarmente riservato agli studenti che dall’Oltresarca intendono raggiungere la scuola media Nicolò d’Arco, che consente di evitare le strade più trafficate usando in maniera più regolare le strutture pensate proprio per la biciletta.Ci riferiamo alla passerella ciclopedonale che da un paio d’anni mette in comunicazione le due sponde del Sarca poche centinaia di metri a nord del vecchio ponte e, un attesa della prosecuzione della pista verso Moletta, Ceniga e Dro, scarica per ora ciclisti e pedoni proprio all’altezza dell’incrocio tra viale Santoni e viale San Francesco che sale verso il convento dei padri Cappuccini.Oltre il quale non si potrà più andare con mezzi motorizzati, fatta eccezione per quelli dei pochi residenti, poichè la stradina comunale che prosegue longo il muro di cinta del convento è stata chiusa ai motiri, e liberata soltanto a ciclisti e pedoni.Ha spiegato l’assessore alla vibvibilityà a all’ambeitne Fabrizio Miori che la trasformazione della comunale che continua viale San Francesco rientra tra i tronchi stradali minori che il piano della mobilità leggera, al quale sta lavorando l’ingegner Giuliano Trentini, prevede e che si è ritenuto di procedere a dargli attuazione anticipata proprio per favorire l’accesso alla scuola media degli studenti ciclisti.Per aggirare il rischio collegato all’attraversamento da parte dei ragazzini di viale Santoni, anche per sperimentare senza rischi il gradimento per la formula – la chiusura della strada comunale è stata approvata da entrambe le assemblea di paese che ne hanno discusso a Massone e S. Martino – prima di pensnare alla installazione di un semaforo a richiesta, si è pensato di far presiadire il passaggio pedonale da un «nonno vigile» che resterà in servizio ancora per qualche giorno fino all’arrivo del tempo autunnale che sconsiglierà la bici.

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video