giovedì, Giugno 13, 2024
HomeManifestazioniSlow Food del Garda per il tartufo del Baldo e olio del...
Anche Slow Food aderisce al Natale tra gli Olivi. In collaborazione con l'Azienda di Promozione Turistica della Riviera degli Olivi, la Condotta di Slow Food del Garda veronese…

Slow Food del Garda per il tartufo del Baldo e olio del Gard

Anche Slow Food aderisce al Natale tra gli Olivi. In collaborazione con l’azienda di promozione turistica della Riviera degli Olivi, la Condotta di Slow Food del Garda veronese propone infatti per tutto il mese di dicembre “Osterie del Baldo-Garda”, un incontro con il tartufo nero del Baldo e con gli olii extravergini d’oliva del Garda in due dei locali selezionati dalla guida “Osterie d’Italia 2001”, il “sussidiario del mangiarbere all’italiana”. Tartufo e olio extravergine sono indubbiamente alcuni dei tesori gastronomici dell’area gardesana e baldense, preziosi doni di un territorio ricco d’attrattive per l’appassionato della buona tavola. “La valorizzazione dei nostri prodotti tipici e della gastronomia legata al territorio – dice il presidente dell’api della Riviera degli Olivi, Enrico Merenda – è uno dei pilastri su cui poggia la promozione turistica del Garda e dell’entroterra, come abbiamo dimostrato nel corso della nostra recente presenza al Cibus Tour di Parma”. La collaborazione con Slow Food, in particolare, ha già dato buoni frutti:la recente rassegna dedicata al marrone tipico di San Zeno di Montagna ha portato sul Baldo fra metà ottobre e metà novembre centinaia e centinaia di buongustai. Ora l’intesa prosegue per tutto il mese di dicembre nel nome del tartufo e dell’extravergine. I ristoranti scelti per questo lungo appuntamento gastronomico sono la taverna Kus a San Zeno di Montagna e l’enoteca II Giardino delle Esperidi di Bardolino: nel primo è stato allestito un intero menù degustazione a base del pregiato “tubero” nero baldense (titolo dell’elenco di sfiziosi piatti: “Conosci il tartufo del Baldo?”), nel secondo invece c’è un menù che vede come protagonisti dei vari piatti alcuni degli olii prodotti sull’Alto Garda e sul Basso Garda veronese, nonché sulla riva lombarda del Benaco (al motto di: “Conosci l’olio del Garda?”. Il tutto in abbinamento con i vini veronesi: il Valpolicella classico Allegrini nel caso del tartufo, il Bardolino classico Le Fraghe per i piatti dell’olio (entrambe le cantine sono fra quelle selezionate dalla guida “Vini d’Italia”, pure edita da Slow Food insieme col Gambero Rosso). Qualche esempio di piatti? Eccoli qua: orzotto mantecato al tartufo, gnocchi di patate con fonduta di formaggio e tartufo, trota in carpione con insalatina e olio dell’Alto Garda veronese, crema di patate con scaglie di Monte Veronese e olio del Basso Garda veronese.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video