sabato, Marzo 2, 2024
HomeAttualitàUn parco giochi per i disabili
Domenica l’inaugurazione a Villa Zanardelli. Sarà aperto a tutti i cittadin.Domenica l’inaugurazione a Villa Zanardelli. Sarà aperto a tutti i cittadini Un parco giochi per i disabili L’Anffas: «Anche i portatori di handicap si devono divertire»

Un parco giochi per i disabili

Domenica pomeriggio alle 15, nei giardini dell' a Villa Zanardelli di Fasano, verrà inaugurato il parco giochi realizzato dalla associazione «Una mano amica». Su una superficie di 630 metri quadri sono stati installati tavoli in legno, accessibili per sedie a rotelle, le panche, una doppia altalena con caratteristiche di sicurezza, un gioco basculante su molla, lo scivolo, due capanne di legno, sei piastre pavimento antitrauma, una staccionata, due grandi ombrelloni. Sarà un parco attrezzato appositamente per essere un lugo di svago dedicato ai disabili. «Il progetto di attivare un parco di divertimento per disabili gravi può apparire singolare – spiegano i promotori, che hanno raccolto fondi attraverso una serie di iniziative -. Si potrebbe infatti pensare che il gioco faccia a pugni con le finalità riabilitative di una struttura residenziale per handicappati. Ma la condivisione della quotidianità con queste persone ci consente di affermare che nella loro vita esiste un vuoto ingombrante: il tempo libero». Di solito ci si occupa dell'assistenza, dell'inserimento scolastico e lavorativo, dimenticando di riempire il resto della giornata. Ebbene, lo svago rappresenta un'occasione preziosa. Avere attrezzato l'area verde di Villa Zanardelli consente di rendere lo spazio un po' più sociale. Gli , le scuole, i gruppi parrocchiali, gli stessi abitanti di Fasano potranno frequentarlo, in modo da favorire momenti di incontro e di scambio». Villa Zanardelli, un tempo di proprietà del grande statista bresciano, funziona 24 ore su 24, tutto l'anno. Accoglie il centro residenziale per disabili con ritardo mentale, soggetti di età superiore ai 16 anni, non autosufficienti a causa di menomazioni fisiche, psichiche e sensoriali. L'obiettivo: promuovere interventi educativi, creare un clima familiare, condividere momenti di vita comunitaria (i pasti, la ricreazione), realizzare incontri con amici e parenti. Lì vicino, a Villa dalla Rosa, è invece collocato il Centro socio educativo, aperto dalle 9 alle 16, per 235 giorni all'anno. I giovani che abbiano assolto l'obbligo scolastico arrivano al mattino da varie località dell'Alto Garda e della Valle Sabbia, trasportati su pulmini. Imparano a svolgere attività di vario genere: coltivano fiori, creano oggetti. L'Anffas gestisce anche la comunità alloggio di Monte Maderno, che può ospitare al massimo una decina di persone. «Una mano amica» è invece una associazione di volontari, creata a nel settembre 2002, con lo scopo di aiutare chi ha problemi. Assiste i disabili, supporta le azioni educative e di animazione, organizza momenti di sensibilizzazione attraverso feste e iniziative culturali. Chi fosse interessato a dare una mano, può telefonare al numero 0365 641416 oppure al 338 8171996. Negli ultimi due anni ha assistito gli ospiti presenti a Villa Zanardelli e nella comunità alloggio, dato un supporto all'interno dei servizi logistici (lavanderia, stireria), collaborato ai soggiorni estivi, organizzato feste, conferenze e concerti (Grazia Di Michele, il quartetto d'archi Elios). Il programma di questa giornata inaugurale: nel pomeriggio dalle 15, dopo l'esibizione della banda guidata dal maestro Walter Rosa e la benedizione del parroco, ci sarà il saluto della presidente Maria Villa Allegri e delle autorità. Quindi il rinfresco, l'animazione, i clown, le danze e i suonatori (di scena i Bagheter della Riviera).

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video