sabato, Febbraio 24, 2024
HomeManifestazioniAvvenimentiUn viaggio nel passato nella valle delle Cartiere
Aperto il Museo della carta piccolo tesoro di Toscolano

Un viaggio nel passato nella valle delle Cartiere

In questi giorni è stato aperto il della carta, nella valle di , località Maina. Gli orari: sabato (15-18), martedì (15-18) e giovedì (15-18). Ingresso libero. Per informazioni e prenotazioni, telefonare all'ex Azienda di soggiorno (numero 0365-641330) oppure all'Ufficio comunale del turismo, a Palazzo Benamati (0365-540799). La prima sala del museo è stata chiamata «stanza della memoria». Accoglie ricerche, tesi di laurea (in architettura, storia, geologia, ecc.), videocassette, documentari, una cartina dell'impero austroungarico. Nel 1862 le cartiere della valle occupavano duemila addetti. Molti giungevano da varie località della zona. La seconda è la «sala del ricordo», con un centinaio di fotografie scattate agli inizi del secolo. C'è anche un argano di legno, utilizzato dai frati Dominicani per cinquecento anni. In un altro locale ci sono le filigrane. Non manca la cartamoneta stampata nel periodo della Rsi, la Repubblica sociale di Benito Mussolini. Uno staccio del 1740 porta la sigla V.F., Veronesi Francesco, l'unico imprenditore che svolgeva l'attività in piazza a Maderno, nell'edificio ora diventato hotel Golfo. In un angolo, cinque rulli ballerini in bronzo. Da ultimo, la stanza della fabbricazione, con cinque riproduzioni: dalla cernita degli stracci alla essicazione. Viene effettuato un raffronto con la lavorazione attuale. Nel giardino, gli attrezzi pesanti. Autentica chicca: una calandra alta 2 metri e larga 80 centimetri. I turni di sorveglianza sono garantiti dai lavoratori anziani della cartiera, protagonisti di questa operazione di recupero.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video