113a Fiera di San Giuseppe

02/03/2015 in Fiere
Di Luca Delpozzo

Il 2015 passerà agli annali come l’anno di Expo: l’imponente man­i­fes­tazione che da mag­gio ad otto­bre por­rà l’Italia al cen­tro delle atten­zioni inter­nazion­ali e che avrà come tem­at­i­ca l’alimentazione in ogni sua for­ma.  Par­tendo da  ques­ta con­statazione e  dato che l’agro-ali­menta­re è da sem­pre con­sid­er­a­to uno dei pun­ti car­dine dell’economia in Lom­bar­dia e del “made in Italy” , a Poz­zolen­go è sta­ta orga­niz­za­ta la 113a edi­zione del­la Fiera di San Giuseppe. Pur non aven­do orga­niz­za­to even­ti diret­ta­mente col­le­gati ad Expo, la Fiera vuole dare risalto e riconosci­men­to ai prodot­ti ed al ter­ri­to­rio che sono pro­pri del­la zona:  in par­ti­co­lare nel­la Dis­pen­sa Moreni­ca – ful­cro del­la man­i­fes­tazione e giun­ta alla 13a edi­zione —  saran­no pre­sen­ti molti pro­dut­tori di eccel­len­ze delle colline moreniche garde­sane, a ripro­va dell’attenzione che è sta­ta riv­ol­ta ai sapori locali: zaf­fer­a­no, miele, carni, salu­mi, vini, dol­ci, marmel­late, olio.

Anche in ambito cul­tur­ale si è cer­ca­to di creare dei richi­a­mi a Expo: saba­to 21 mar­zo l’autore Mas­si­mo Ghidel­li pre­sen­terà i suoi ulti­mi testi argo­men­tati sulle eccel­len­ze ali­men­ta­ri di Poz­zolen­go, in par­ti­co­lare al Salame Deco ed allo zaf­fer­a­no. Domeni­ca 22 mar­zo vi saran­no dei lab­o­ra­tori “Parole in tavola” ded­i­cati ai bam­bi­ni ed all’importanza di sen­si­bi­liz­zarli sul tema dell’alimentazione e delle risorse nutri­tive. Durante la Fiera vi saran­no poi molti momen­ti cul­tur­ali pro­mossi  dalle varie asso­ci­azioni del paese: non mancher­an­no  even­ti tradizion­ali  come il volo degli aquiloni, l’ espo­sizione dei trat­tori antichi, la cam­mi­na­ta per le vigne del Lugana, il con­cer­to  di cam­pane, la rap­p­re­sen­tazione teatrale, ma oltre a questi vi saran­no anche inedite mostre fotogra­fiche e vis­ite gui­date ai mon­u­men­ti per eccel­len­za del paese, “Il Castel­lo” e la Chiesa par­roc­chiale.

Saran­no con­fer­mati  il Raid del Lugana” che par­tirà da Poz­zolen­go e si dirigerà poi a Castel­laro Lagusel­lo dove i parte­ci­pan­ti potran­no vis­itare Vil­la Arrighi, il  XII mer­cati­no degli Hob­bisti (speran­do nel­la benev­olen­za delle con­dizioni cli­matiche) ed il XII Con­cor­so del Salame Moreni­co DE.C.O. di Poz­zolen­go, giostre e giochi gon­fi­a­bili per i più pic­coli.

Ma aldilà delle con­ferme, ci saran­no anche alcune novità da parte degli orga­niz­za­tori. Ven­erdì 20 mar­zo, la 1a edi­zione del­la gara MTB com­pet­i­ti­va Oglio Chiese Con­test in not­tur­na  attra­verserà le strade e le cam­pagne del paese e sarà pre­ce­du­ta da una gara ama­to­ri­ale per bam­bi­ni all’interno del Par­co Don Gius­sani.

L’Associazione Auser orga­nizzerà un tor­neo di brisco­la aper­to a tut­ti nel pomerig­gio del 22 mar­zo, anche se il grup­po sarà già atti­vo la domeni­ca prece­dente con l’organizzazione di una visi­ta cul­tur­ale al Chiostro di San­ta Giu­lia a Bres­cia. Ci sarà poi anche la pre­sen­tazione di nuove inizia­tive che nei prossi­mi mesi vedran­no pro­tag­o­nista il  paese: in piaz­za Don Gnoc­chi ver­rà allesti­to uno stand espos­i­ti­vo ed infor­ma­ti­vo di pre­sen­tazione del ciclo­tur­is­mo, un prog­et­to pro­mosso dall’Amministrazione comu­nale e volto all’incentivazione tur­is­ti­ca ed alla pro­mozione eco­nom­i­ca cul­tur­ale del ter­ri­to­rio per  coin­vol­gere le attiv­ità pro­dut­tive e com­mer­ciali. Saran­no prob­a­bil­mente  pre­sen­ti anche altre realtà  di forte impat­to comu­nica­ti­vo ed inno­v­a­ti­vo, che riguarder­an­no sem­pre il rilan­cio ter­ri­to­ri­ale e la val­oriz­zazione tur­is­ti­ca del paese.

Da seg­nalare che quest’anno il pro­gram­ma del­la Fiera di non è lim­i­ta­to ad un peri­o­do di pochi giorni, infat­ti sono sta­ti inser­i­ti al suo inter­no  anche altri even­ti, nell’intenzione di un sem­pre mag­gior coin­vol­gi­men­to delle asso­ci­azioni e del paese tut­to.

Infat­ti il pri­mo even­to pro­gram­ma­to del­la Fiera è seg­na­to  già per saba­to 7 mar­zo con la cena dei cac­cia­tori, a seguire il giorno suc­ces­si­vo il pran­zo dell’Associazione nazionale del­la Fan­te­ria, ci saran­no poi incon­tri for­ma­tivi in mer­i­to a temi molto del­i­cati e riv­olti soprat­tut­to all’infanzia, il tut­to ter­min­erà domeni­ca 29 mar­zo con una favola itin­er­ante per bam­bi­ni lun­go il paese.

Con questo con­nu­bio di tradizione e inno­vazione non può che emerg­ere la grande ener­gia e dedi­zione con cui è sta­ta orga­niz­za­ta la Fiera di San Giuseppe, ele­men­ti  che saran­no di sti­mo­lo per i molti vis­i­ta­tori che sono atte­si con cres­cente trep­i­dazione.