70 anni del coro Castel

10/07/2014 in Concerti
Parole chiave:
Di Luigi Del Pozzo

Che il Sign­or fer­mi la guer­ra

Nel­l’àm­bito dei fes­teggia­men­ti per il 70° anniver­sario del­la fon­dazione, il coro Cas­tel del­la sezione SAT di Arco pro­pone domeni­ca 13 luglio alla «Busa dei Cap­i­tani» in local­ità Maroc­che del­la Maza il con­cer­to «Che il Sign­or fer­mi la guer­ra», diret­to dal mae­stro Enri­co Miaro­ma, ded­i­ca­to ai 100 anni dal­lo scop­pio del­la pri­ma guer­ra mon­di­ale: ai can­ti si accom­pa­g­nano let­ture trat­te da let­tere, da diari di sol­dati e da testi d’au­tore, a cura di Patrizia Pac­chera e Gilber­to Gal­vagni, scelte per evo­carne sug­ges­tioni e ricor­di. Il momen­to sarà reso più sig­ni­fica­ti­vo e inten­so dal­la parte­ci­pazione del grup­po rie­vo­ca­tori stori­ci «Monte Pasubio» di Schio, i cui fig­u­ran­ti indosser­an­no le divise degli eserci­ti impeg­nati sui due fron­ti di guer­ra. Alle ore 16 con ingres­so libero.

Con­tin­ua il ric­co cal­en­dario di appun­ta­men­ti pro­posti dal coro Cas­tel di Arco per fes­teggia­re i 70 anni di fon­dazione. Par­ti­co­lar­mente inten­so il «rulli­no di mar­cia» di luglio, vis­to che è il mese in cui cade l’esatta ricor­ren­za di quel­la nasci­ta. Era infat­ti il 27 luglio 1944 quan­do il pri­mo grup­po di intre­pi­di coristi, sot­to la gui­da del mae­stro Arri­go Pedri­ni, si incon­trò per la pri­ma vol­ta: forse sen­za immag­inare quan­to lun­ga, impor­tante e profi­cua sarebbe sta­ta la vita del coro Cas­tel.

E così, per ren­dere omag­gio ai suoi fonda­tori, ai coristi, ai diret­tori che si sono suc­ce­du­ti nei decen­ni e alla cit­tà di Arco, sem­pre par­ti­co­lar­mente affezion­a­ta e lega­ta al grup­po, e con­tem­po­ranea­mente per ricor­dare il cen­te­nario del­la «Grande Guer­ra», il coro Cas­tel orga­niz­za l’im­por­tante even­to alla «Busa dei Cap­i­tani», luo­go non lon­tano dal sen­tiero delle Tre Cro­ci, un per­cor­so che riper­corre gli apposta­men­ti del­la pri­ma guer­ra mon­di­ale, e che attra­ver­so castag­ni e noc­ci­oli giunge ad una ex caser­ma mil­itare, dove è pos­si­bile ammi­rare i busti in calce di Francesco Giuseppe e di Car­lo d’Asburgo, oltre ad uno splen­di­do panora­ma sul Gar­da.

Con il sup­por­to orga­niz­za­ti­vo del Comune di Arco, la col­lab­o­razione del Grup­po e del­la sezione SAT di Arco, il coro Cas­tel ha effet­tua­to lo scor­so feb­braio un impor­tante inter­ven­to di bonifi­ca, per ren­dere il sito  agev­ole e mag­gior­mente accogliente al pub­bli­co. Il con­cer­to pro­pone un per­cor­so nar­ra­ti­vo-musi­cale in for­ma di rap­p­re­sen­tazione sceni­ca, che vuole portare il pub­bli­co ad immerg­er­si nelle atmos­fere di uno dei momen­ti più dram­mati­ci del­la sto­ria mon­di­ale.

Allo scopo di coin­vol­gere al mas­si­mo il pub­bli­co, di non dis­togliere l’attenzione e di rispettare il sig­ni­fi­ca­to del con­cer­to, sarà chiesto ai parte­ci­pan­ti di seguire l’in­tero spet­ta­co­lo in silen­zio. In caso di mal­tem­po il con­cer­to sarà rin­vi­a­to a data da des­ti­nar­si.

Rag­giun­gere la «Busa dei Cap­i­tani» richiede un’o­ra cir­ca di cam­mi­no (la dis­tan­za da per­cor­rere è di tre chilometri): si uti­liz­za la stra­da fore­stale che parte da local­ità Maza, di fronte all’uscita del­la dis­car­i­ca, e che pas­sa da Pori­no (è suf­fi­ciente seguire le indi­cazioni); si trat­ta di un sen­tiero di mon­tagna agi­bile, ma si con­siglia un abbiglia­men­to e scarpe adat­te. Non c’è pos­si­bil­ità di ris­toro, non ci sono sedie né posti a sedere. L’au­to si può parcheg­gia­re nel piaz­za­le del­la dis­car­i­ca, dalle ore 14 alle ore 18.30 (orario di chiusura del can­cel­lo).

Coro_Castel_11944–2014: 70 anni d’in… can­to

Nel­l’àm­bito dei fes­teggia­men­ti per il 70° anniver­sario del­la fon­dazione, il coro Cas­tel pro­pone ven­erdì 25 luglio nel pra­to del­la Liz­za al castel­lo di Arco il con­cer­to stra­or­di­nario di can­ti ai pie­di del­la rupe «1944–2014: 70 anni d’in… can­to», con aper­tu­ra gra­tui­ta del castel­lo. Il coro del­la sezione SAT di Arco, diret­to dal mae­stro Enri­co Miaro­ma, eseguirà alcu­ni dei brani più cele­bri del pro­prio reper­to­rio di mon­tagna, insieme ai can­ti recen­te­mente pub­bli­cati nel­la sua ulti­ma inci­sione discografi­ca «Quadri a do’ pas­si da ‘l Stiff». A par­tire dalle ore 21 con ingres­so libero (in caso di mal­tem­po nel salone delle feste del Cas­inò munic­i­pale). La man­i­fes­tazione ha il sosteg­no del Comune di Arco.

Il con­cer­to è quin­di ded­i­ca­to intera­mente al coro Cas­tel e alla sua lun­ga sto­ria, che ha pre­so avvio in un giorno del lon­tano luglio 1944, dal­la volon­tà di pochi ardi­men­tosi aman­ti del can­to e del­la vita, decisi a non far­si sopraf­fare dal lugubre rim­bom­bo dei can­noni. S’era infat­ti in un momen­to stori­co seg­na­to dal­la guer­ra, dal dolore, dalle dis­truzioni e dalle rin­unce, e quel­l’inizia­ti­va fu pen­sa­ta per portare in cit­tà e in tut­to il Trenti­no la gioia e le mer­av­iglie del can­to. In quel lon­tano 27 luglio 1944, quan­do il pri­mo grup­po di intre­pi­di coristi, sot­to la gui­da del mae­stro Arri­go Pedri­ni, si incon­trò per la pri­ma vol­ta, s’iniz­iò a scri­vere una pag­i­na impor­tante del­la sto­ria di Arco.

Per questo, e in virtù del legame pro­fon­do che da così tan­ti anni lega la cit­tà di Arco e il suo coro Cas­tel, l’in­vi­to alla comu­nità è di con­di­videre questo impor­tante even­to, per la cui orga­niz­zazione il diret­tore, i coristi, il diret­ti­vo e le varie Asso­ci­azioni coin­volte han­no ded­i­ca­to spe­ciali energie e aut­en­ti­ca pas­sione.

La rac­col­ta «Quadri a do’ pas­si da ‘l Stiff» prende nome dal­l’omon­i­ma pub­bli­cazione con­te­nente 20 brani per coro maschile com­mis­sion­ati dal coro Cas­tel a com­pos­i­tori tren­ti­ni, su testi di poeti locali. Il con­cer­to, pen­sato quale fes­ta del­la cit­tà di Arco per l’im­por­tante com­plean­no del pro­prio coro, sarà anche il momen­to per ren­dere un mer­i­ta­to omag­gio e un sen­ti­to riconosci­men­to ai coristi che si sono dis­tin­ti in modo par­ti­co­lare.

Coro_Castel_2014.07.10_01Coro_Castel_2014.07.13

Parole chiave: