Al lavoro il Comitato per l’edizione 2023 della Fiera di Lonato

05/11/2022 in Attualità, Fiere
Parole chiave: -
Di Redazione

Nom­i­na­to dal Sin­da­co e dal­la Giun­ta Comu­nale tor­na al lavoro il Comi­ta­to Fiera, pre­siedu­to da Lau­ra Gia­comel­li, diret­to da Nico­la Bianchi, rispet­ti­va­mente Con­sigliere e Asses­sore dell’attuale Ammin­is­trazione, e com­pos­to da: Bar­bara Fer­rari, Mar­co Orio, Enri­co Bal­abio, Fabio Delpero, Lui­gi Cominel­li, Luca Bet­ti­ni, Emil­ia Cheru­bi­ni e Ste­fa­nia Lorenzoni.

Il comi­ta­to è già al lavoro da diverse set­ti­mane per orga­niz­zare ogni aspet­to e det­taglio del­la Fiera, appun­ta­men­to par­ti­co­lar­mente sen­ti­to e atte­so da tut­ta la popo­lazione lonatese e non, pri­mo appun­ta­men­to cit­tadi­no dell’anno e occa­sione uni­ca per rimar­care il grande val­ore e la forza di quel­li che sono i set­tori car­dine del­la nos­tra econo­mia locale.

Ricor­diamo che la scor­sa edi­zione, che sarebbe dovu­ta essere la 64a , era sta­ta annul­la­ta a causa del­la pro­ro­ga del­lo sta­to di emer­gen­za nazionale (come da D.L. 24 dicem­bre 2021, n. 221) che intro­duce­va, di con­seguen­za, mis­ure più restrit­tive per il con­teni­men­to del­la dif­fu­sione dell’epidemia da Covid-19.

Il 2023 ci dà appun­ta­men­to da ven­erdì 13 a domeni­ca 15 gen­naio, con aper­tu­ra del­la man­i­fes­tazione pro­gram­ma­ta per saba­to 7 gen­naio durante il Gran Galà.

Un ritorno alle orig­i­ni, dunque, dopo duri anni di rin­unce e numerosi sac­ri­fi­ci per poter­ci tute­lare e pro­teggere da un virus che ci ha mes­si davvero a dura pro­va. Nell’aria si res­pi­ra un nuo­vo inizio, un sen­ti­men­to di sper­an­za che tut­to pos­sa ripren­dere alla nor­mal­ità, pur sem­pre man­te­nen­do alta l’attenzione e sen­za mai dimen­ti­care di seguire quei pic­coli accorg­i­men­ti che abbi­amo impara­to a fare nos­tri negli ulti­mi anni.

Il Sin­da­co, Rober­to Tar­dani, nell’augurare un buon lavoro al nuo­vo Diret­tore, al Pres­i­dente e a tut­to il Comi­ta­to Orga­niz­za­tore del­la Fiera, riv­olge un pen­siero alle moti­vazioni che, lo scor­so anno, han­no por­ta­to l’Amministrazione Comu­nale a com­piere la dif­fi­cile scelta di annullare la 64a edi­zione del­la Fiera. “Quest’anno” affer­ma il pri­mo cit­tadi­no “pos­si­amo guardare avan­ti con più sicurez­za e tran­quil­lità, come dico sem­pre, sen­za mai abbas­sare trop­po la guardia ma man­te­nen­do le buone abi­tu­di­ni che abbi­amo appre­so negli ulti­mi due anni di pan­demia. L’augurio sin­cero è quel­lo di dar­ci appun­ta­men­to a Gen­naio per riv­i­vere insieme, dopo due lunghi anni, lo spir­i­to di ter­ri­to­ri­al­ità, tradizione e cul­tura che deno­ta tipi­ca­mente la Fiera di Lonato”.

“Come ho sem­pre rib­a­di­to” sot­to­lin­ea l’Assessore all’Agricoltura, Mas­si­mo Castelli­ni, “la Fiera è un even­to impor­tan­tis­si­mo per risco­prire i val­ori che ci acco­mu­nano, rie­vo­care quelle che sono le nos­tre tradizioni locali, e affrontare tem­atiche di grande inter­esse per tut­ti gli addet­ti del settore”.

Il Diret­tore, Nico­la Bianchi, aggiunge: “Ringrazio il Sin­da­co Tar­dani e tut­ti i col­leghi del­la Giun­ta comu­nale per la fidu­cia accor­data­mi. Dopo due anni di bloc­co forza­to per i motivi ben noti, guidare la Fiera rap­p­re­sen­ta per me una bel­la sod­dis­fazione ma anche una grande assun­zione di respon­s­abil­ità. Ringrazio il Diret­tore uscente, Fioren­zo Bres­ciani, per il lavoro svolto in questi anni che, a causa delle lim­i­tazioni imposte dal Decre­to Legge di Natale, non ha trova­to la sua con­cretiz­zazione. Mi auguro che il Comi­ta­to Orga­niz­za­tore, con l’esperienza dei vet­erani e il con­trib­u­to dei nuovi mem­bri, pos­sa fare un buon lavoro per resti­tuire a tut­ti i lonate­si e ai nos­tri ospi­ti, un’esperienza all’altezza delle aspettative”.

“L’attività agri­co­la, com­mer­ciale e arti­gianale lom­bar­da è da sem­pre una tradizione cul­tur­ale d’eccellenza e ha dimostra­to di saper­si costan­te­mente rin­no­vare affrontan­do le dif­fi­coltà dei tem­pi. Dopo la pan­demia, la 65a del Gar­da rap­p­re­sen­ta sicu­ra­mente un’importante occa­sione di con­fron­to a liv­el­lo regionale, con la con­sapev­olez­za che quel­lo di oggi è un momen­to per riflet­tere sul pre­sente e sul futuro”. Com­men­ta il Pres­i­dente, Lau­ra Giacomelli.

Anche quest’anno la Fiera vede il coin­vol­gi­men­to atti­vo del­la Fon­dazione Ugo da Como, dell’Associazione Ami­ci del­la Fon­dazione Ugo da Como, dell’Istituto Com­pren­si­vo Ugo da Como e dell’Istituto Par­i­tario Pao­la di Rosa, per la real­iz­zazione di un prog­et­to con­giun­to che vede la parte­ci­pazione degli alun­ni del­la classe 4a ele­mentare e i ragazzi del­la classe 2 a media.

Già defini­to infat­ti, il Con­cor­so di scrit­tura e di dis­eg­no, riv­olto appun­to alle clas­si sopra citate, nel­lo speci­fi­co “sezione dis­eg­no”, per gli alun­ni del­la 4a ele­mentare e “sezione scrit­tura” per i ragazzi del­la 2a media. Il tema: “alla ricer­ca dei Leoni di Lona­to del Gar­da: un itin­er­ario incon­sue­to nel­la nos­tra cit­tà”. I tre dis­eg­ni vinci­tori del Con­cor­so di Dis­eg­no e il com­pon­i­men­to del pri­mo clas­si­fi­ca­to del Con­cor­so di Scrit­tura, ver­ran­no pub­bli­cati sul Numero Uni­co del­la Fiera e pre­miati durante il Gran Galà. In ques­ta occa­sione, saran­no pre­miati anche il sec­on­do e il ter­zo clas­si­fi­ca­to del Con­cor­so di Scrittura.

Un grande in boc­ca al lupo a tut­ti i nos­tri bam­bi­ni e ragazzi.

Non res­ta che rimet­ter­si al lavoro, per nuovi aggior­na­men­ti durante le prossime set­ti­mane. In alle­ga­to del Comi­ta­to Fiera.

Parole chiave: -

Commenti

commenti