Al via, nella suggestiva Rocca, Lonato in Festival con artisti e compagnie internazionali

06/08/2015 in Attualità
Di Redazione

Pren­derà il via da ques­ta sera LONATO in FESTIVAL, un mon­do di mer­av­iglie in una Roc­ca da favola, una quat­tro giorni di stu­pore e divertimento.

Funam­boli, gio­col­ieri, bal­leri­ni, acro­bati, musi­ci, clown, artisti del cir­co… ad esi­bir­si saran­no artisti prove­ni­en­ti da tut­to il mon­do, ognuno con un pro­prio spet­ta­co­lo ed una pro­pria spe­cial­ità, artisti che han­no scel­to l’arte di stra­da e il con­tat­to diret­to con il pub­bli­co, che in molti casi ver­rà coin­volto diret­ta­mente nelle per­for­mance, come scelta di vita.

A ren­dere uni­ca la man­i­fes­tazione, saran­no l’incredibile fas­ci­no del luo­go — una delle for­ti­fi­cazioni più impo­nen­ti dell’Italia set­ten­tri­onale —  e una pro­pos­ta artis­ti­ca che pun­ta sul­la qual­ità, sul fas­ci­no dell’esotico, sul­la capac­ità degli artisti di stra­da di trasfor­mare ogni even­to in un’occasione di fes­ta con il coin­vol­gi­men­to di un pub­bli­co di tutte le età e di tutte le nazionalità.

Dal Perù arriverà il grup­po Saya­ka Incas, dal Mes­si­co gli Aztechi, dal Kenya i Maa­sai.

Molti gli artisti e le com­pag­nie di cir­co con­tem­po­ra­neo e teatro di stra­da, tra cui il Mag­da Clan gio­vane e affer­ma­ta com­pag­nia circense ital­iana, il Duo Artemis, All’incirco vari­età, Jes­si­ca Arpin, Fede Scoch,Luca Chiere­ga­to con Chied­i­mi una sto­ria, l’antica arte del kalar­i­pay­at­tu e il fuo­co di Antares e per la musi­caMau­ro Pagani­ni con i suoi orig­i­nalis­si­mi stru­men­ti, la trasci­nante Roy­al Swing Ostri­ca, i juke­box in carne ed ossa Pepino e Fedele e il pianista Roc­co Men­tis­si, e infine i burat­ti­ni e le mar­i­onette del­la Com­pag­nia Alber­to De Bas­tiani e Il Cer­chio Tondo.

Non mancher­an­no i lab­o­ra­tori per i bam­bi­ni di gio­co­le­ria e di costruzione di giochi antichi, tenu­ti daFed­eri­co Braguin­s­ki e Mar­co Ran­delli­ni e 4 ser­ate a bal­lo per gli appas­sion­ati del Tan­go Argenti­no, delCoun­try, del Lati­no e delle danze popo­lari, mostre d’arte tradizionale e con­tem­po­ranea, una mostra etni­casul popo­lo trib­ale dei Lahu del Nord del­la Thailandia.

Saran­no inoltre pre­sen­ti spazi relax con ambi­en­tazioni par­ti­co­lari (come la zona ded­i­ca­ta al Salone da tè marocchi­no o la capan­na trib­ale di bam­boo del­la fores­ta del Nord del­la Thai­lan­dia dove si faran­no mas­sag­gi thai­lan­desi) e altri per acquisti orig­i­nali e di qual­ità: il mer­cati­no che mette insieme tut­ti i con­ti­nen­ti, con ban­car­elle di spezie, pro­fu­mi, ceramiche e ogni sor­ta di arti­giana­to e una vera yur­ta mongola.

Agli spet­ta­coli si può assis­tere anche cenan­do, degu­s­tan­do le crepes o i piat­ti veg­ani, un frul­la­to di frut­ta o una fres­ca fet­ta di anguria, un gela­to arti­gianale, arrostici­ni e pan­noc­chie arros­tite, bir­ra e taglieri di salu­mi.

Novità 2015 è uno spazio ded­i­ca­to ai cor­ti d’autore, che quest’anno pre­sen­ta la gio­vane casa di pro­duzione cin­e­matografi­ca indipen­dente Lumaca Film, nata nel 2013 dal­la fuci­na cre­ati­va che è il Fes­ti­val Artisti in Piaz­za di Pennabil­li, patria di Toni­no Guer­ra. Fra l’altro sarà pre­sen­ta­to il cor­to “Rever­so”, la cui pro­tag­o­nista e reg­ista, Jes­si­ca Arpin, si esi­birà in per­for­mance nei giorni del festival.

DA QUEST’ANNO ANCHE IL DOPOFESTIVAL !!!

Per tut­ti gli irriducibili che avran­no anco­ra voglia di diver­tir­si e tra questi anche molti degli artisti, dopo mez­zan­otte, fini­ta la pro­gram­mazione uffi­ciale in Roc­ca, gra­zie al felice incon­tro con Lo Spazio d’Arte Duina e la Casci­na  Baloc­chi, abbi­amo deciso di orga­niz­zare un “dopofes­ti­val”.

Aprirà il dopofes­ti­val la indoma­bile Ròyal Cir­cus Ostri­ca. Quel che suc­cede poi lo sco­prire­mo di sera in sera.