Domani la prima sfilata del «Maöl», la prossima settimana gran finale In gara ci saranno anche Moniga, Puegnago e S.Felice

Carnevale, arrivano i carri

Parole chiave: - -
Di Luca Delpozzo
Elena Cerqui

È giun­ta l’ora. Come ogni anno il è arriva­to e Maner­ba è in gran fer­men­to. Tut­to è pron­to per la XX edi­zione del Carnevale del­la Valte­n­e­si, nonché VIII tro­feo mes­so in palio dal­la Pro loco, che richia­ma sem­pre un folto pub­bli­co da tut­ta la provin­cia. Un Carnevale nato negli anni ’70, rimas­to fer­mo per qualche anno e poi ripreso otto anni fa con il patrocinio del­la Pro loco. Domani alle ore 14 si ter­rà la pri­ma sfi­la­ta dei car­ri alle­gori­ci e domeni­ca 22 feb­braio ci sarà una nuo­va sfi­la­ta e l’assegnazione del Tro­feo del Re del Maöl. Quest’anno i car­ri alle­gori­ci al Carnevale saran­no sei, con una nutri­ta pre­sen­za di manerbe­si, a dimostrazione di quan­to sia sen­ti­ta la man­i­fes­tazione. Ben tre saran­no i car­ri di Maner­ba: uno dei «Nuovi ami­ci di Maner­ba», uno degli «Ami­ci del Per­li­no» e ovvi­a­mente l’immancabile «Re del Maöl», car­ro allesti­to dal­la Pro loco e dall’Amministrazione comu­nale, che è il sim­bo­lo del Carnevale del­la Valte­n­e­si. E a det­ta del pres­i­dente del­la Pro loco Pieri­no San­tag­iu­liana, il car­ro del Re del Maöl quest’anno avrà una grande novità. Ma ci saran­no anche car­ri prove­ni­en­ti da Moni­ga, vincitrice del 2003, Pueg­na­go e S.Felice. Il tema dei car­ri alle­gori­ci è rig­orosa­mente top secret, ma dall’impegno pro­fu­so dalle centi­na­ia di volon­tari che si dilet­tano nell’ideazione e creazione dei car­ri nel cor­so dell’anno non potran­no che essere spet­ta­co­lari. Il per­cor­so del­la sfi­la­ta è sta­to mod­i­fi­ca­to rispet­to allo scor­so anno. Il cor­teo par­tirà da via Risorg­i­men­to (all’entrata del cen­tro prove­nen­do dal Cro­ciale) e pros­eguirà per via Mar­tiri, via IV Novem­bre, via D’Annunzio, via March­esi­ni, via Vit­to­rio Vene­to, via Rimem­bran­za, via Atleti Azzur­ri d’Italia, e nuo­va­mente via D’Annunzio e IV Novem­bre. Sarà pre­sente una giuria com­pos­ta da dieci mem­bri, prove­ni­en­ti da fuori Valte­n­e­si, che, novità di ques­ta edi­zione, darà due voti: uno per l’idea e uno per il lavoro. Infat­ti, oltre al Tro­feo del Re del Maöl, che pre­mia il lavoro svolto, ci sarà anche un tro­feo per la migliore idea. La pri­ma votazione si ter­rà domani, la sec­on­da domeni­ca 22; dal­la som­ma usci­ran­no i nomi dei vinci­tori. Ma il Carnevale del­la Valte­n­e­si non si esaurisce con la sfi­la­ta dei car­ri e dei grup­pi mascherati. Saran­no pre­sen­ti anche grup­pi folk­loris­ti­ci prove­ni­en­ti da fuori provin­cia. Domani parteciper­an­no il «Grup­po Frus­ta­tori» di Roc­chet­ta Tanaro, la ban­da di Maner­ba, il grup­po ban­dis­ti­co folk con le majorettes di Quaderni di Vil­lafran­ca (Vr), il grup­po folk­loris­ti­co cim­bro «I Cam­pa­nari del Diavo­lo» e «L’eco fol­clori­co di S.Pellegrino Terme». Domeni­ca 22 feb­braio saran­no invece pre­sen­ti i musi­ci e sbandier­a­tori di S. Margheri­ta d’Adige (Pd), i grup­pi folk «L’Arlichì e chi oter Zani so fradei», e i «» di Riv­oltel­la, le bande di Maner­ba e San Felice, e i grup­pi mascherati «Ami­ci di scuo­la» con i bam­bi­ni. Inoltre in occa­sione di entrambe le sfi­late, sem­pre a par­tire dalle 14, ver­ran­no allesti­ti in piaz­za Aldo Moro (di fronte alla Chiesa par­roc­chiale) un par­co giochi con gon­fi­a­bili per bam­bi­ni e una degus­tazione di piat­ti tipi­ci del­la Valte­n­e­si: il Maöl ( , dove Maöl è una qual­ità di uva usa­ta per questo par­ti­co­lare vino) Pestöm (insac­ca­to di salame) e Chisöl (dolce povero). Saba­to 21 alle 15, al Palas­port, si ter­rà la pre­mi­azione del­la «Masche­ri­na d’argento», con­cor­so per bim­bi e grup­pi con l’animazione dei clown Char­ly e Roby e la pre­sen­za di «Susy e Gordy».

Parole chiave: - -