Di fronte a una costante flessione dei consumi sale la domanda dei vini di qualità.

Confronto sui vini gardesani

03/06/2000 in Avvenimenti
Parole chiave: - -
Di Luca Delpozzo
A. Joppi

Seg­nali con­trastan­ti arrivano dal mon­do del . Di fronte a una costante fles­sione dei con­su­mi sale la doman­da dei vini di qual­ità. A far­si stra­da è la ten­den­za all’as­sun­zione «fes­tosa ed estem­po­ranea» in con­trasto con un cer­to abban­dono del con­sumo di vino ai pasti. Prodot­to, quin­di, sem­pre meno ali­men­to e bevan­da e sem­pre più vis­to come sod­dis­fazione del piacere. E questo in un momen­to in cui sof­fia il ven­to del­la glob­al­iz­zazione che scuote e movi­men­ta ogni tradizione vinicola.Motivazioni queste più che suf­fi­ci­en­ti per fare il pun­to in mer­i­to all’as­set­to qual­i­ta­ti­vo di un prodot­to dal­la tipic­ità con­sol­i­da­ta come il , un vino quo­tid­i­ano dal­l’inim­itabile sapore «sali­no» mod­er­ate­mente alcooli­co e ric­co di resver­a­troli. Un vino, per­al­tro, in cui i sapori pos­sono essere esaltati, riducen­do ta pro­duzione del cep­po, quan­do si voglia pas­sare dal con­sumo quo­tid­i­ano a quel­lo fes­toso che recla­mano prodot­ti più impegnativi.L’occasione è offer­ta dal con­veg­no «Qual­ità del vino. Qual­ità del Bar­dolino», pro­mosso dal Con­sorzio tutela e che si svol­gerà oggi nel­la sala con­sil­iare del Munici­pio con inizio alle ore 10.«In questo modo», sot­to­lin­ea Giuseppe Degli Alber­ti­ni, «il Con­sorzio tutela vino Bar­dolino vuole portare un con­trib­u­to conosc­i­ti­vo in tema di qual­ità dan­do voce ai pareri più diver­si per ricor­dare, fra tante altre ques­tioni, come il dibat­ti­to sul­la qual­ità del Bar­dolino sia una vec­chia sto­ria che risale al sec­on­do ‘800».Il con­veg­no, pro­mosso in col­lab­o­razione con la Cam­era di com­mer­cio, l’Asses­so­ra­to all’a­gri­coltura del­la Provin­cia e con il patrocinio del­l’Ulss 22, e Accad­e­mia di agri­coltura, scien­ze e let­tere di Verona, affronta in modo inter­dis­ci­pli­nare, con l’ap­por­to di sette esper­ti, gli aspet­ti organometi­ci, medicos­alutisti, nor­ma­tivi, stori­co-let­ter­ari di questo vino di ter­ri­to­rio, per­fet­ta­mente inte­gra­to fra tradizione e innovazione.Durante l’in­tera gior­na­ta, è a dis­po­sizione dei gior­nal­isti una car­roz­za a cav­al­li per gustare sen­za fret­ta le bellezze del pae­sag­gio e l’ac­coglien­za delle can­tine, lun­go lastra­da del vino che esiste da 25 anni. Coro­nerà il con­veg­no la cer­i­mo­nia di pre­mi­azione (ore 12,15) dei vinci­tori del set­ti­mo con­cor­so vino Bar­dolino Clas­si­co Doc, anna­ta 1999.Saranno pre­miati: Can­tine F.lli Zeni (Bar­dolino); Grup­po Ital­iano Vini Scarl (Cal­masi­no); Vini­co­la Lui­gi Valer­ti (Cal-masi­no); Ca’ Mon­ti­ni-Enoitalia (Cal­masi­no); Azien­da agri­co­la Ca’ Vecia di Giambat­tista Bar­di­ni (Bar­dolino); Azien­da agri­co­la Guer­ri­eri-Riz­zar­di (Bardolino);Vin Cola Monte Saline (Cavaion); Azien­da agri­co­la Cano­va Sri (Lazise); Azien­da agri­co­la Costa­doro di Valenti­no Lonar­di (Bar­dolino); Azien­da agri­co­la F.lli Girardel­li (Bar­dolino); Azien­da agri­co­la Raval di Rossi e Cam­pag­nari (Bar­dolino); Azien­da agri­co­la Cesare Rossi (Cal­masi­no) e Vini­co­la Dom Ramon (Cavaion).Questo invece il pro­gram­ma del con­veg­no: ore 10 ind­i­rizzi di salu­to e relazioni:Luciano Bonuzzi mod­er­a­tore «Per la qual­ità del Bar­dolino»; Ful­vio Mat­tivi (Isti­tu­to di S. Michele all’Adi­ge) in «Anal­isi com­par­a­ti­va del Bar­dolino»; Anto­nio Peretti (Accad­e­mia di Agri­coltura, scien­ze e Let­tere di Verona) in «Aspet­ti igien­i­ci e asset­to qual­i­ta­ti­vo del vino Bar­dolino»; Ottavio Bosel­lo, (Cat­te­dra di Geri­a­tria e Geron­tolo­gia di Verona) in «Vino, ali­men­tazione, salute»; Gia­co­mo Di Mar­co, (Ospedale di Rovere­to) in «Vino e quo­tid­i­an­ità»; Ric­car­do De Gob­bi, (Ispet­tore gen­erale per l’a­gri­coltura) in «ff Bar­dolino e la nor­ma­ti­va sul­la qual­ità»; Gio­van­ni D’Agos­ti­ni, (Ospedale di Capri­no) in «II Bar­dolino in Internet».

Parole chiave: - -