Da oggi a domenica il tradizionale appuntamento con vino e cucina Spettacoli, fisarmoniche, mostre e un viaggio nel passato

Festa dell’uva, idee a grappoli

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Giuditta Bolognesi

Tut­to è pron­to per la 39ª edi­zione del­la fes­ta dell’Uva, tradizionale appun­ta­men­to, orga­niz­za­to dall’amministrazione comu­nale e dal­la Pro Loco con il patrocinio del­la Provin­cia di Verona, che rin­no­va il legame con la sto­ria e i val­ori del­la cul­tura con­tad­i­na. «Il e la cuci­na tradizionale»: questo il tema dell’edizione di quest’anno del­la fes­ta, che da oggi a domeni­ca vedrà l’intero paese spet­ta­tore e pro­tag­o­nista allo stes­so tem­po di un inten­so pro­gram­ma che domeni­ca ha avu­to il suo pre­am­bo­lo con la 32ª edi­zione del­la mar­cia podis­ti­ca «Mara­p­er­go­la». Ed ecco il pro­gram­ma. Stasera alle 21 il teatro comu­nale ospiterà la com­pag­nia teatrale «I Not­turni» che pre­sen­ta «Notte da Gufi», alles­ti­men­to orga­niz­za­to in col­lab­o­razione con l’assessorato alla cul­tura del Comune; ven­erdì aper­tu­ra degli stands enogas­tro­nomi­ci e alle 21 il pri­mo dei due spazi ded­i­cati ai gio­vani con «Avan­guardia Eclet­ti­ca», pri­ma edi­zione del­la man­i­fes­tazione sono­ra ded­i­ca­ta alla musi­ca d’autore. Per i più pic­coli saba­to, alle 15.30, al bro­lo del Castel­lo andrà in sce­na «C’era una vol­ta?», fes­ta di piaz­za per bam­bi­ni e regazze a cura dell’associazione Tan­gram e in col­lab­o­razione con l’assessorato alle politiche sociali; alle 16 «La magia del­la Fis­ar­mon­i­ca», in col­lab­o­razione con l’assessorato alla cul­tura, can­ti del pas­sato del mon­do con­tadi­no. Alle 19, sem­pre saba­to, in piaz­za degli , vi sarà il con­cer­to del­la ban­da cit­tad­i­na che pre­ced­erà lo spet­ta­co­lo dan­zante. L’ultima gior­na­ta del­la «Fes­ta dell’Uva», domeni­ca, pren­derà il via alle 10 con il «Viag­gio nel pas­sato» real­iz­za­to nelle vie del paese dal­la «Com­pag­nia delle Antiche Arti e Mestieri»; alle 10.30 al teatro comu­nale il vino «Moro dal Cas­tel» uscirà dal­la bar­rique per finire sul­la tavola dei buongus­tai. Il bro­lo del Castel­lo sarà teatro alle 15.30 del­la rap­p­re­sen­tazione «Non solo Ruzante», di Simone Tof­fanin e alle 17.30 del­la con­seg­na del «Pre­mio medaglia d’oro-concorso uve e vini»; sem­pre alle 17.30 in piaz­za del­la Lib­ertà ospiterà il «Cir­co di Fran­cia». Alle 19 par­tirà il cor­teo ver­so piaz­za del­la Lib­ertà dove, alle 20, avrà inizio la «Fes­ta del­la Pigiatu­ra». «Quest’anno abbi­amo volu­to inserire momen­ti apposi­ta­mente ded­i­cati ai gio­vani e gio­vanis­si­mi», spie­ga Pao­la Lonar­di, pres­i­dente del­la Pro Loco, «pro­prio per far sì che ques­ta fes­ta rin­novi per tut­ti il legame con la tradizione e la sto­ria del mon­do da cui veni­amo; durante tut­ta la man­i­fes­tazione il cal­en­dario prevede, al teatro comu­nale, la pre­sen­za di alcune mostre, come La natu­ra è di tut­ti, cura­ta dall’associazione cul­tur­ale San Loren­zo, una rasseg­na di elab­o­rati artis­ti­ci curati dal­la bib­liote­ca comu­nale e l’esposizione di quadri di Lui­gi Pizzighel­la, Dino Mon­tre­sor e Rena­ta Zop­pé». E per i buongus­tai che non mancher­an­no l’appuntamento quest’anno, una gus­tosa novità: il Moro del Cas­tel, da quest’anno imbot­tiglia­to dal­la can­ti­na di Castel­n­uo­vo del Gar­da, potrà essere gus­ta­to anche attra­ver­so i cioc­co­la­ti­ni al Moro da Cas­tel apposi­ta­mente real­iz­za­ti per l’occasione.

Parole chiave: -