Fra poche settimane la giunta approverà il progetto esecutivo per la costruzione del canile intercomunale,la cui spesa sarà di 1 miliardo e 300

Fido abbandonato? No c’è il canile

Di Luca Delpozzo
Sergio Mari

Fra poche set­ti­mane la giun­ta approverà il prog­et­to esec­u­ti­vo per la costruzione del canile intercomunale,la cui spe­sa sarà di 1 mil­iar­do e 300 milioni.L’investimento sarà ripar­ti­to fra i tre comu­ni che han­no ader­i­to all’inizia­ti­va (non si è con­cretiz­za­ta alla fine l’ade­sione di Cal­ci­na­to), par­tendo da una vec­chia idea di alcu­ni anni fa del­l’al­lo­ra sin­da­co di Sirmione, Mario Arduino. La strut­tura sorg­erà su un ter­reno agri­co­lo a suo tem­po acquistato,nei pres­si del bor­go di Cen­te­naro. Il canile ospiterà cir­ca 200 ani­mali (fra cani e gat­ti) e sarà dota­to di allog­gio per il custode,servizi ed ambu­la­tori vet­eri­nari. Le spese di ges­tione saranno,ovviamente,ripartite fra i tre comu­ni consorziati:Desenzano,Sirmione e Mon­tichiari che sperano,in tal modo,di arginare il prob­le­ma del randag­is­mo e del­l’ab­ban­dono di cani che anche nel­la zona del bas­so lago ha dimen­sioni ril­e­van­ti. Moltissi­mi ani­mali trovano orri­bile fine in autostra­da o lun­go le varie arterie a scor­ri­men­to veloce, spes­so diven­tan­do causa di inci­den­ti con fer­i­ti. Per for­tu­na molti di loro,in questi anni,hanno trova­to accoglien­za gra­zie ai volon­tari che oper­a­no nelle asso­ci­azioni del­la zona.