All’Idroscalo le premiazioni del 36° Trofeo Alta Velocità e del 3° Trofeo Francesco Agello

Fraglia e Diavoli rossi un’alleanza per la vela

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Desenzano del Garda

Con un cielo che promet­te­va solo acqua e un lago piat­to e sen­za un sof­fio di ven­to — con­dizioni cli­matiche decisa­mente avverse per la vela -, a fat­i­ca gli orga­niz­za­tori sono rius­ci­ti nell’impresa di portare a ter­mine il 36° Tro­feo e il 3° Tro­feo Francesco Agel­lo di vela, orga­niz­za­to dal­la Fraglia vela e il club «Diavoli Rossi» di Desen­zano del Gar­da. Uni­ca con­so­lazione, uno splen­di­do sole ha fat­to la sua apparizione durante tut­ta la cer­i­mo­nia di pre­mi­azione, che si è svol­ta pres­so la sede del club nau­ti­co Diavoli Rossi, in un cli­ma di fes­ta e con una cor­nice di pub­bli­co delle gran­di occa­sioni. Al cen­tro del tavo­lo del­la pre­mi­azione troneg­gia­va uno splen­di­do mod­el­lo del «M.C. 72» sopran­nom­i­na­to «Raf­fi­ca Rossa» — con il quale nel 1936 il mares­cial­lo pilota Agel­lo rag­giunse la veloc­ità tut­to­ra imbat­tuta di 709 chilometri orari -, presta­to dall’associazione Arma Aero­nau­ti­ca di Desen­zano ‚che è sta­to espos­to fino a qualche tem­po fa nel­la sala del Palaz­zo dei Con­gres­si. Oltre al coman­dante del 6° Stor­mo di Ghe­di, colon­nel­lo Gian­mar­co Belli­ni, accom­pa­g­na­to dal­la moglie sig­no­ra Mitzy, si è pure nota­ta la pre­sen­za del con­sigliere fed­erale del­la Fiv Pao­lo Barz­iza, attor­ni­a­to da pres­i­den­ti di club e da tan­ti ami­ci appas­sion­ati di vela. Pre­sen­ti con gaze­bo e mate­ri­ale divul­ga­ti­vo anche le asso­ci­azioni , Admo e Atmo con il loro por­tav­oce Giampiero Menoni. Molto apprez­za­ti sono sta­ti i pre­mi a sorteg­gio mes­si in palio da un munifi­co spon­sor. «L’ottima col­lab­o­razione con la Fraglia Vela — ha spie­ga­to Carme­lo Paroli, pres­i­dente dei Diavoli Rossi — cer­ta­mente con­tin­uerà. Anzi, con la com­plic­ità del coman­dante Belli­ni e del con­sigliere fed­erale Barz­iza, potreb­bero essere state get­tate le basi per ulte­ri­ori e più pres­ti­giosi appuntamenti».

Parole chiave: