Gara del Dart club

Frecce elettroniche fanno centro per la solidarietà

04/09/2003 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
a.j.

Nel­la cap­i­tale del si farà cen­tro per sol­i­da­ri­età. Sarà, infat­ti, il Palazzet­to del­lo sport a ospitare per il sec­on­do anno con­sec­u­ti­vo il memo­r­i­al Baz­zoni, la più impor­tante man­i­fes­tazione di frec­cette, esclusa la finale del cam­pi­ona­to ital­iano, che si svolge in Italia. Alla man­i­fes­tazione, orga­niz­za­ta dal Dart club Ccb di Sant’Ambrogio, in pro­gram­ma da ven­erdì a domeni­ca, parteciper­an­no oltre 500 gio­ca­tori prove­ni­en­ti da tut­to il Nord Italia. Saran­no in gara per la sfi­da nazionale a squadre di dart elet­tron­i­co con in palio il memo­r­i­al Baz­zoni arriva­to alla nona edi­zione; il tor­neo indi­vid­uale a cat­e­gorie per il quar­to tro­feo Anto­nio Manci­ni e per il tor­neo gio­vanile a squadre ris­er­va­to a gio­ca­tori under 20 (ter­zo Grand prix Fidart youngs). Al cen­tro del­la man­i­fes­tazione la sol­i­da­ri­età, come sem­pre, nel ricor­do di tut­ti i gio­ca­tori di frec­cette tragi­ca­mente scom­par­si, con tut­to il rica­va­to del meet­ing sporti­vo che sarà devo­lu­to ai due bam­bi­ni di Alben­ga, Mat­teo e Chiara figli di gio­ca­tori del­la Fidart, affet­ti da Amau­rosi di Leber (cecità asso­lu­ta). «Quest’anno giocher­e­mo» dicono gli orga­niz­za­tori «per per­me­t­tere loro di essere sot­to­posti, a Bal­timo­ra, a una cura spe­ciale». Con l’appuntamento capri­nese, patro­ci­na­to dal­la Pro loco e dall’Amministrazione comu­nale, il Dart club Ccb di Sant’Ambrogio fes­teggia anche il dec­i­mo anno di attiv­ità ago­nis­ti­ca. Sor­to nel set­tem­bre del 1993, in con­comi­tan­za con l’arrivo del gio­co delle frec­cette nel­la provin­cia di Verona, il club si è sem­pre dis­tin­to per la grande ami­cizia e lo spir­i­to di col­lab­o­razione che acco­mu­na i com­po­nen­ti. Oltre una ses­san­ti­na i gio­ca­tori dei club, tra i quali spic­cano alcu­ni tra i gran­di del­lo sport del Dart elet­tron­i­co. Due nomi su tut­ti: Gui­do Per­oni, il più grande gio­ca­tore che Verona abbia mai espres­so e Vin­cen­zo Forestieri, sicil­iano di nasci­ta, e attual­mente uno dei più for­ti gio­ca­tori in Italia. Il club del­la Valpo­li­cel­la quest’anno ha ottenu­to la pro­mozione in serie A/1 dopo aver con­quis­ta­to il tito­lo provin­ciale e regionale di serie A.

Parole chiave: