Ultima tappa della sfida enogastronomica al Monastero di Soiano

Groppello protagonista in tavola Lunedì si premiano i ristoranti

20/09/2003 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
se.za.

La Con­fra­ter­ni­ta del Grop­pel­lo ha scel­to i migliori abbina­men­ti tra il carat­ter­is­ti­co del­la Valte­n­e­si e i pri­mi e i sec­on­di pro­posti da 14 ris­toran­ti, che han­no avu­to la pos­si­bil­ità di elab­o­rare menù orig­i­nali. La com­mis­sione dove­va esprimere anche un giudizio sul servizio. E lunedì 22 set­tem­bre, alle ore 18, nel Palaz­zo del tur­is­mo di via Musei, ver­ran­no effet­tuate le pre­mi­azioni del con­cor­so, alla pre­sen­za dell’assessore Buf­foli, sosten­i­tore dell’iniziativa. L’ultimo locale «esam­i­na­to» è sta­to il Monas­tero di Soiano, sul lago di Gar­da. Il tito­lare Lui­gi Berti­ni, attor­ni­a­to da quat­tro chef (Anto­nio Cesaro, Gio­van­ni Bosio, Mile­to Ple­bani, Edoar­do Niz­zo­la) e dal capo sala Nazario Andret­to, ha sfor­na­to una rosa di culatel­lo, un mille­foglie di pas­ta fres­ca farci­ta ai for­mag­gi e una tagli­a­ta di ton­no all’aceto bal­sam­i­co, piat­to che ha sus­ci­ta­to giudizi diver­gen­ti: chi lo ha accolto con entu­si­as­mo, apprez­zan­done la del­i­catez­za e la somiglian­za con una fet­ti­na di vitel­lo; chi ha crit­i­ca­to la man­can­za di tipic­ità. Alla fine chiusura con un torti­no di mele in sal­sa vaniglia. In tavola sono sta­ti servi­ti un Doc delle can­tine Avanzi e uno dell’azienda Emilio Zuliani di Padenghe. La giuria era com­pos­ta da Camil­lo Chi­mi­ni, pres­i­dente del­la Con­fra­ter­ni­ta, Ren­zo D’At­toma, mae­stro di can­ti­na, Enzo Del­lea, One­lio Lip­pi (cuochi), Piero Cav­agni­ni, Mar­co Merighet­ti e Daniela Bro­di­ni. Fon­da­ta nel 1970 da Ennio Avi­go, Gian­ni Bedus­si, Ernesto Bono­mi­ni, Cesare e Giulio Bosat­ta, Clau­dio Bot­turi, Pietro Cav­agni­ni, Enzo Del­lea, Edoar­do Giac­cone e Attilio Maz­za, l’Associazione è gemel­la­ta con l’Ais (i som­me­li­er), i cuochi, i Degus­ta­tori del parmi­giano reg­giano, il Club del Buongus­taio, i Cav­a­lieri del Recioto e quel­li del­la polen­ta. Prossi­ma inizia­ti­va in pro­gram­ma: la scelta del migliore Grop­pel­lo 2002. Ver­rà effet­tua­ta il 10 otto­bre, sem­pre al Monas­tero. Cinque enolo­gi selezion­er­an­no i tre più grade­voli e, alla fine, i soci del­la Con­fra­ter­ni­ta voter­an­no il numero 1, che ral­le­gr­erà i pasti di un anno intero.

Parole chiave: