Apre a Sirmione la mostra “di vetro, divine”

I maestri del vetro di Murano esplorano l’universo femminile

15/02/2008 in Mostre
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Don­na come Musa, tradizionale figu­ra fem­minile pro­tet­trice div­ina di ispi­razioni artis­tiche. La figu­ra fem­minile ed il suo fas­ci­no sono al cen­tro del­la stra­or­di­nar­ia rasseg­na di ven­ticinque opere orig­i­nali real­iz­zate apposi­ta­mente dai maestri vetrai di Mura­no, un omag­gio il loro al mon­do fem­minile, in pro­gram­ma dall’8 mar­zo al 4 mag­gio nelle sale di Palaz­zo Callas, nel cen­tro stori­co di Sirmione.All’interno del palaz­zo, risalente alla fine del XVIII° sec­o­lo, ver­rà rac­col­ta una selezione di opere di vetro di Mura­no di ele­va­to val­ore artis­ti­co e vera­mente uniche in quan­to ideate e prodotte pro­prio per l’evento di Sirmione.Si trat­ta di ven­ticinque creazioni real­iz­zate dai maestri vetrai dell’isola veneziana, deposi­tari di una tradizione tra­man­da­ta da sec­oli con una ric­chez­za di forme ed una per­izia tec­ni­ca che non ha eguali nel mon­do. La rasseg­na, che apre di fat­to la sta­gione tur­is­ti­ca 2008 del­la local­ità garde­sana, è dota­ta di un raf­fi­na­to catalogo.Il giorno prescel­to per l’inaugurazione del­la mostra-omag­gio alla don­na, l’8 mar­zo, non è cer­to casuale tenu­to con­to che si cel­e­bra la fes­ta inter­nazionale del­la donna.L’iniziativa, orga­niz­za­ta dal­la Pro Loco di Sirmione e dal Con­sorzio Pro­movetro di Mura­no, con il patrocinio dei Comu­ni di Sirmione e Venezia, delle Province di Bres­cia e Venezia e delle Regioni Lom­bar­dia e Vene­to, è sta­ta illus­tra­ta ven­erdì 15 feb­braio a palaz­zo Callas alla pre­sen­za delle autorità locali e del pres­i­dente di Pro­movetro, Gian­fran­co Alber­ti­ni. Tra gli spon­sor prin­ci­pali dell’evento, Luca Roda, stilista bres­ciano e for­n­i­tore delle ormai cele­bri cra­vat­te indos­sate dai più noti espo­nen­ti del jet set inter­nazionale come il pres­i­dente degli Sta­ti Uni­ti, George W. Bush, e la Micar, con­ces­sion­ar­ia di Desenzano.

Parole chiave:

Commenti

commenti