Torri incontra... Venerdì l’ atteso concerto

I Ricchi e Poveri in piazza al porto

15/08/2001 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Gerardo Musuraca

Tor­ri. I Ric­chi e Poveri in con­cer­to gratis nel­la splen­di­da piaz­za del por­to. È questo l’evento clou dell’intera sta­gione tur­is­ti­co musi­cale del «Tor­ri incon­tra?», l’appuntamento del ven­erdì sera orga­niz­za­to dall’amministrazione comu­nale. E così ven­er­di, a par­tire dalle 21, sarà di sce­na uno dei grup­pi più longevi e noti dell’intero panora­ma musi­cale ital­iano, molto famoso anche in Europa. I Ric­chi e Poveri han­no infat­ti inizia­to a cantare a Gen­o­va nell’ormai lon­tano 1968. Da allo­ra, per Angela Bram­bati, Fran­co Gat­ti ed Ange­lo Sot­giu, è sta­ta un’escalation con­tin­ua, che li ha por­tati ad esi­bir­si in molte cap­i­tali europee e a total­iz­zare cir­ca ven­ti mil­ioni di copie di dis­chi ven­du­ti durante l’arco del­la loro car­ri­era trenten­nale. Brani come Che sarà , data­ta 1971, oppure Sarà per­ché ti amo , tri­on­fa­trice al Fes­ti­val di San­re­mo nel 1981, o anco­ra Voulez vous dancer , pre­mio del­la can­zone ital­iana più ven­du­ta in Europa nel 1983 o, infine, Se mi innamoro , di nuo­vo vincitrice a San­re­mo nel 1985, si può cer­ta­mente affer­mare che abbiano fat­to conoscere la musi­ca ital­iana a liv­el­lo inter­nazionale, e tutt’oggi si trat­ta di can­zoni ricor­date e conosciute dagli appas­sion­ati del genere di tutte le età. Numerose anche le esi­bizioni e le col­lab­o­razioni dell’immarcescibile trio con can­tan­ti del cal­i­bro di Toto Cotug­no, Eros Ramaz­zot­ti, Umber­to Bal­samo e molti altri anco­ra. «È una grossa sod­dis­fazione», ha com­men­ta­to il vicesin­da­co ed asses­sore al tur­is­mo Gior­gio Bonol­di, «avere l’esibizione dei Ric­chi e Poveri con tut­ta la loro band in paese. Questo trio musi­cale è davvero di tut­ti, nel sen­so che è sta­to da sem­pre sul­la brec­cia, sen­za cali di popo­lar­ità per le gen­er­azioni degli ulti­mi trent’anni». In rifer­i­men­to all’appuntamento musi­cale fis­so del «Tor­ri incon­tra?» poi, il vicesin­da­co ha trac­cia­to una sor­ta di bilan­cio, al penul­ti­mo appun­ta­men­to per la sta­gione esti­va 2001. Sta­gione quest’anno pri­va­ta, per man­can­za di fon­di, del con­cer­tone di metà estate. Negli anni scor­si infat­ti si era­no esi­biti al cam­po sporti­vo di Albisano i Noma­di, i Pooh, e Ron. «Anche se si sarebbe cer­ta­mente potu­to fare molto di più dal pun­to di vista musi­cale», ha pros­e­gui­to l’assessore, «siamo ugual­mente sod­dis­fat­ti per come sono andati gli appun­ta­men­ti musi­cali. Del resto, con appe­na 47 mil­ioni, siamo rius­ci­ti ad avere per­son­ag­gi del­la musi­ca anni ’60, ’70 ed ’80 di grosso spes­sore, quali Don Backy, Tony Dal­lara e Gian­pieretti, cer­can­do di incon­trare i gusti e le ten­den­ze musi­cali che quest’anno, del resto, han­no priv­i­le­gia­to le can­zoni degli “anni ruggen­ti”. Spe­ri­amo di pot­er fare di più e meglio l’anno prossi­mo, mag­a­ri ripristi­nan­do anche il maxi- con­cer­to di metà estate al cam­po sporti­vo di Albisano».