Il sindaco ha illustrato il bilancio 2003: fra gli interventi previsti spicca il milione di euro stanziato per i lavori. In programma anche la sistemazione di via Dante (807 mila euro) e degli ingressi al paese

Il recupero del castello al centro dell’attenzione

11/02/2003 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Enrico Dugoni

Nel­la sedu­ta del pri­mo Con­siglio comu­nale dell’anno a Moni­ga, pre­siedu­ta da Pino Scot­to, vice pres­i­dente vic­ario, è sta­ta affronta­ta l’approvazione del bilan­cio pre­ven­ti­vo. Il sin­da­co Mas­si­mo Polli­ni, facen­do rifer­i­men­to alla sua pre­sen­tazione del bilan­cio del 23 dicem­bre scor­so, ha illus­tra­to di dati com­p­lessivi, che ammon­tano a 7 mil­ioni 61 mila euro. Le spese per le opere pub­bliche ammon­tano a 4 mil­ioni 211 mila euro così sud­di­visi nelle voci prin­ci­pali: recu­pero castel­lo 1.033.000 euro; sis­temazione palestra 300.000 euro; sis­temazione cam­po sporti­vo 390.000 euro; sis­temazione ingres­si al paese 600.000 euro; sis­temazione via Dante 807.000 euro. Le spese per la ges­tione dei servizi ammon­tano a 1.933.189 euro. Le spese più con­sis­ten­ti riguardano: polizia locale 177.000 euro; pub­bli­ca istruzione 140.500 euro; cul­tura 144.800 euro; tur­is­mo 100.000 euro; via­bil­ità e trasporti 228.800 euro; ter­ri­to­rio e ambi­ente 528.200 euro; 193.050 euro. Per la ges­tione dei servizi e delle spese del Comune, la sud­di­vi­sione è la seguente: per­son­ale 550.630 euro; acquisti di beni di con­sumo 240.100 euro; servizi presta­ti da terzi con con­trat­ti 908.698 euro; con­tribu­ti pub­bli­ci e pri­vati 232.791 euro; inter­es­si pas­sivi 76.900 euro; imposte tasse pas­si­va 45.600 euro. Le entrate del Comune sono dovute a imposte e tasse comu­nali per 1.202.100 euro; con­tribu­ti statali 309.880 euro; con­tribu­ti region­ali 6.000.000 di euro; tar­iffe servizi pub­bli­ci 471.450 euro; con­ces­sioni edilizie 600.000 euro. Il sin­da­co Polli­ni, nel con­clud­ere la sua det­tagli­a­ta relazione, ha det­to: «Siamo vici­ni alla con­clu­sione degli impeg­ni per la real­iz­zazione del nos­tro pro­gram­ma, abbi­amo bisog­no del vostro appor­to, l’apporto di voi cit­ta­di­ni. Voglio ricor­dare al riguar­do che l’Amministrazione comu­nale non è solo il sin­da­co, è il sin­da­co più la Giun­ta, più il Con­siglio, più le Com­mis­sioni, più la strut­tura comu­nale, più gli uffi­ci, più i cit­ta­di­ni. Questo è il Comune. «Non è l’ufficio, è il com­p­lesso delle attiv­ità che gestisce gli inter­es­si del­la comu­nità di Moni­ga. Quin­di chiedo espres­sa­mente il vostro appor­to, anche criti­co. Abbi­amo anco­ra molte pagine da scri­vere, le scriver­e­mo insieme».

Parole chiave: