Incontro per la “facoltà del Garda — Fisica Terrestre dell’Ambiente”

25/05/1999 in Cultura
Di Luca Delpozzo
Luigi Del Pozzo

Si è con­clu­so con una vista all’interessante realtà architet­ton­i­ca di Palaz­zo Cominel­li, ed all’antico bor­go di Cisano, il sec­on­do incon­tro tra i rap­p­re­sen­tan­ti dell’ Cat­toli­ca di Bres­cia ed i respon­s­abili dell’Azienda Spe­ciale .Moti­vo dell’incontro è sta­ta la volon­tà man­i­fes­ta­ta da entram­bi gli Enti pro­mo­tori, allarga­ta anche alla disponi­bil­ità di altre isti­tuzioni, di real­iz­zare una for­ma di col­lab­o­razione sis­tem­at­i­ca tra l’Università Cat­toli­ca (rap­p­re­sen­ta­ta all’incontro dal Diret­tore dr. Mau­ro Sal­va­tore e dal Prof. Anto­nio Bal­lar­in Den­ti), il Gar­da Uno (pre­sen­ti il Pres­i­dente Gui­do Maru­el­li, il Diret­tore Gen­erale arch. Fran­co Richet­ti ed il Con­sigliere dr. Wal­ter Romag­no­li), la (il Pres­i­dente Ade­lio Zanel­li e Lucio Cere­sa) ed il Comune di San Felice del Bena­co (il sin­da­co Ambro­gio Florioli).Nel cor­so dell’incontro, svoltosi a Maner­ba del Gar­da e coor­di­na­to dal prof. Adal­ber­to Da Cas­to, sono state prese in esame varie indi­cazioni iner­en­ti all’istituzione di un cor­so di lau­rea in Fisi­ca Ter­restre e dell’Ambiente, con par­ti­co­lare riguar­do al tema riguardante la ges­tione inte­grante del ciclo dell’acqua – rap­por­to con il ter­ri­to­rio e le sue attiv­ità, nell’ottica del­lo svilup­po com­pat­i­bile. Il cor­so andrà ad affi­an­care gli altri due ind­i­rizzi di Fisi­ca del­la Cat­toli­ca, ossia Fisi­ca delle Materie e Fisi­ca dei bio-sistemi.Il sen­so di una nuo­va facoltà – han­no affer­ma­to gli esper­ti – è lega­to all’applicazione e alla ricer­ca, soprat­tut­to per una Uni­ver­sità pri­va­ta per la quale è fon­da­men­tale il col­lega­men­to con la realtà del ter­ri­to­rio anche per trovare risorse eco­nomiche e finanziarie, sot­to for­ma di per neo-lau­re­ati, di ambiti di ricer­ca final­iz­za­ta alle esi­gen­ze ter­ri­to­ri­ali, di pos­si­bil­ità di inter­a­gire con le con­dizioni di con­torno; la nuo­va facoltà avrà par­ti­co­lare inter­esse per i temi legati alla com­pe­ten­za agraria, all’antropizzazione, alla sal­va­guardia del territorio.Al Gar­da Uno ed alla Comu­nità del Gar­da spet­terà il com­pi­to di indi­care gli ambiti delle ricerche appli­cate nelle quali inserire le attiv­ità isti­tuzion­ali dell’Università Cat­toli­ca attra­ver­so ricerche, didat­ti­ca, cor­si e propagazione del­la cul­tura lega­ta alla realtà locale.Palazzo Cominel­li potrebbe divenire sede di rifer­i­men­to men­tre la Cat­toli­ca favorirà even­tu­ali col­lega­men­ti con altre sedi quali, ad esem­pio la facoltà di Agraria e facoltà di Scien­ze dell’Alimentazione.Già nel cor­so dell’anno scolastico1999/2000 potrebbe essere pre­sen­tate le prime tesi che porter­an­no al rilas­cio delle prime lau­ree nel cor­so dell’anno acca­d­e­mi­co 2000/2001.