È stata ufficialmente inaugurata ieri a San Felice del Benaco la quarta edizione della «Rassegna regionale dell’olio extravergine di oliva di qualità».

Interessante mostra dell’olio d’oliva extravergine

Di Luca Delpozzo
Carlo Bresciani Carlo Bresciani

È sta­ta uffi­cial­mente inau­gu­ra­ta ieri a San Felice del Bena­co la quar­ta edi­zione del­la «Rasseg­na regionale dell’olio extravergine di oli­va di qual­ità», che ha vis­to affluire oper­a­tori del tur­is­mo e del­la gas­trono­mia, pro­dut­tori e vis­i­ta­tori prove­ni­en­ti da più local­ità del­la provin­cia e del­la regione; i bat­ten­ti, per­al­tro, era­no sta­ti aper­ti già ven­erdì, nel «Palaz­zo Monte di Pietà» in piaz­za del Munici­pio. Ha taglia­to il nas­tro l’on. Francesco Fer­rari, pres­i­dente del­la Com­mis­sione agri­coltura del­la Cam­era, attor­ni­a­to da altre autorità: il pres­i­dente del­la , Ade­lio Zanel­li; il pres­i­dente dell’Associazione inter­re­gionale pro­dut­tori olivi­coli lom­bar­di (Aipol), Gio­van­ni Maz­zol­di; quel­lo dell’Ateneo di Salò, Vit­to­rio Pir­lo; dell’Ente vini bres­ciani, Emilio Alber­to Pancera (che è anche pro­dut­tore di olio in Valte­n­e­si). Ha por­to il ben­venu­to il pri­mo cit­tadi­no di San Felice, Ambro­gio Flo­ri­oli, che ha sot­to­lin­eato come la rasseg­na sia sta­ta cre­a­ta con l’intento di pub­bli­ciz­zare la coltura dell’ulivo. «Ha rag­giun­to quest’anno la quar­ta edi­zione ripor­tan­do sig­ni­fica­tivi risul­tati, anche per la pre­sen­za del Fran­toio coop­er­a­tivis­ti­co per la moli­tu­ra delle olive, che asso­cia oltre 250 pro­dut­tori». Il pres­i­dente del comi­ta­to orga­niz­za­tore, Gio­van­ni Maz­zol­di (che è appun­to pres­i­dente dell’Aipol nonché del Fran­toio coop­er­a­tivis­ti­co), ha sot­to­lin­eato il fat­to che han­no ottenu­to suc­ces­so anche i con­veg­ni, le con­feren­ze di indub­bio inter­esse sci­en­tifi­co e nat­u­ral­is­ti­co nonché le man­i­fes­tazioni fol­cloris­tiche con le bande musi­cali itin­er­an­ti in varie cascine del­la zona, dove è sta­to pos­si­bile assag­gia­re prodot­ti con l’olio d’oliva, per i quali si sono impeg­nate le mas­saie del­la zona. L’on. Francesco Fer­rari ha evi­den­zi­a­to «l’importanza del lavoro dell’uomo riv­olto all’ulivo ed alla pro­duzione dell’olio, lavoro che viene val­oriz­za­to con queste rasseg­ne, che esaltano la qual­ità rag­giun­ta con tan­ti sac­ri­fi­ci degli agri­coltori, per un prodot­to impor­tante per la gas­trono­mia, che è diret­ta­mente lega­ta al tur­is­mo». Sono state una quar­an­ti­na le aziende di pro­duzione del­la Lom­bar­dia che han­no rispos­to all’appello dell’Aipol e degli orga­niz­za­tori, ed han­no espos­to il loro olio, alcune con assag­gi e degus­tazioni gui­date.