L’ambasciatore armeno in visita in municipio

05/08/2013 in Concerti
Di Luigi Del Pozzo

Mart­edì 30 luglio, pri­ma di assis­tere al con­cer­to «Armen­ian Night» — che s’è svolto con gran­dis­si­mo suc­ces­so in piaz­za Tre novem­bre a par­tire dalle 21.30 nel­l’àm­bito del Musi­ca Riva Fes­ti­val — l’ambas­ci­a­tore del­la Repub­bli­ca d’Armenia in Italia, S.E. Sar­gis Ghaz­aryan, ha fat­to visi­ta all’am­min­is­trazione comu­nale in munici­pio e fir­ma­to il libro d’oro degli ospi­ti illus­tri.

ConsoleArmenia_6

All’in­con­tro, in sala giun­ta al pri­mo piano del munici­pio, han­no pre­so parte il sin­da­co , l’asses­sore alla cul­tura Maria Flavia Brunel­li, il vice seg­re­tario gen­erale Anna Cat­toi e la diret­trice artis­ti­ca del fes­ti­val Miet­ta Sighele, oltre ad un grup­po di accom­pa­g­na­tori. L’am­bas­ci­a­tore è a Riva del Gar­da in relazione al con­cer­to «Armen­ian Night», intera­mente ded­i­ca­to all’arte, alla cul­tura e alla musi­ca arme­na, a cui ha assis­ti­to in for­ma uffi­ciale. Uno spet­ta­co­lo che ha riem­pi­to ogni ango­lo di piaz­za Tre Novem­bre, e in cui la musi­ca, lin­gua uni­ver­sale e por­ta­trice del mes­sag­gio di pace e fratel­lan­za, si è fat­ta ponte tra Ori­ente e Occi­dente per cel­e­brare in una grande fes­ta l’amicizia e la vic­i­nan­za tra l’Italia e l’Armenia. Ad esi­bir­si la , orches­tra res­i­dente di ques­ta trentes­i­ma edi­zione del Fes­ti­val, diret­ta dal Mae­stro Sergey Smbat­yan; sul pal­co il sopra­no Lus­sine Lev­oni, con un pro­gram­ma di musiche di Khacha­turi­an, com­pos­i­tore-sim­bo­lo del­la musi­ca arme­na nel mon­do, di Rach­mani­nov e Baba­jan­ian.

ConsoleArmenia_1

In munici­pio un incon­tro par­ti­co­lar­mente cor­diale in cui l’am­bas­ci­a­tore e il sin­da­co han­no riper­cor­so alcu­ni pas­sag­gi del­la sto­ria del­l’Ar­me­nia e del­la cit­tà di Riva del Gar­da, sot­to­lin­e­an­do alcu­ni pun­ti in comune e con­fer­man­do l’at­tuale ami­cizia. La diret­trice artis­ti­ca del fes­ti­val, Miet­ta Sighele, ha espres­so la grande sod­dis­fazione per la scelta, quest’an­no, del­la State Youth Orches­tra of Arme­nia quale orches­tra res­i­dente del fes­ti­val, un’es­pe­rien­za molto pos­i­ti­va che inoltre ha il mer­i­to di aver ricorda­to anco­ra una vol­ta — gra­zie in par­ti­co­lare al con­cer­to di mart­edì sera — la bellez­za struggente e mal­in­con­i­ca del­la musi­ca arme­na.

ConsoleArmenia_3

Dopo lo scam­bio di omag­gi e pri­ma di recar­si allo spet­ta­co­lo, l’am­bas­ci­a­tore ha dunque fir­ma­to, in calce ad una breve ded­i­ca, il libro d’oro degli ospi­ti illus­tri del­la cit­tà. A seguire le firme del sin­da­co e di Miet­ta Sighele.